Sicurezza dell’approvvigionamento

{ GRI EU2, EU10, EU30, EU4, EU28, EU29 }

Una gestione responsabile delle infrastrutture significa non solo evitare guasti e disservizi per gli utenti, ma anche eliminare tutte quelle inefficienze che possono comportare dispendi di risorse ed energie. Per questo, Alperia persegue giorno dopo giorno la resilienza dei suoi impianti con costanti attività di monitoraggio e manutenzione e con un piano strutturato di investimenti.

Gestione del rischio

RischioModalità di gestione
Rischio di non adeguata/mancata gestione dei cambiamenti climatici nel lungo termine con potenziale variabilità della domanda dei diversi stakeholder determinata da diversi scenari meteorologici (e.g. ampliamento della rete di riscaldamento vs. riscaldamento globale)Vogliamo essere pronti alle previsioni di cambiamenti climatici, per questo stiamo diversificando il nostro portfolio.
Rischio di inadeguati investimenti in misure a miglioramento delle prestazioni degli impianti in termini di disponibilità, affidabilità ed efficienza.Per migliorare gli impianti in termini di disponibilità, affidabilità ed efficienza abbiamo previsto investimenti per 400 milioni di euro in cinque anni nel core business (Piano strategico 2017-2021) e stiamo ampliando la rete di teleriscaldamento a Bolzano e a Merano.
Rischio di potenziali malfunzionamenti/interruzioni nella distribuzione di energia, gas e teleriscaldamento a causa di:
  • inadeguatezza delle  attività di prevenzione dei danni derivanti da eventi atmosferici;
  • inadeguatezza nelle ispezioni, nella manutenzione e nelle attività di progettazione di nuovi collegamenti.
Onde evitare il rischio di potenziali malfunzionamenti nella distribuzione di energia elettrica e con l’obiettivo di ridurre sia la frequenza delle interruzioni di corrente sia la durata delle interruzioni stesse, abbiamo creato un portale per le imprese che consente, previa registrazione, di visionare i tracciati delle linee interrate, mentre, per i rischi atmosferici, abbiamo stipulato delle polizze assicurative.
Rischio di potenziali malfunzionamenti/interruzioni nella distribuzione di energia elettrica a causa di:
  • inadeguatezza infrastrutturale della rete elettrica (e.g. disponibilità, affidabilità, efficienza);
  • inadeguatezza del livello di automazione (e.g. rilevamento guasti e malfunzionamenti);
  • inadeguatezza delle attività di progettazione di nuovi collegamenti.
Per migliorare la qualità del servizio e la modernizzazione dell’infrastruttura di rete, garantendo una maggiore stabilità della stessa, abbiamo previsto il progressivo interramento delle linee al fine di garantire una maggiore stabilità dell’infrastruttura di distribuzione.
Rischio di non adeguate misure di ampliamento degli allacciamenti alla rete di teleriscaldamento di Bolzano con potenziali impatti sulla soddisfazione dei clienti.Stiamo ampliando la rete di teleriscaldamento sia a Merano che a Bolzano e abbiamo collegato al teleriscaldamento anche la nostra società Edyna.

Fornitura di energia verde

Gestendo 34 centrali, Alperia fornisce energia sostenibile a tutto l’Alto Adige. Circa il 90% dell’energia prodotta deriva da risorse idroelettriche locali e i quantitativi prodotti sono superiori rispetto ai consumi annui di energia del territorio provinciale. Il consumo medio annuo di energia elettrica in Alto Adige, infatti, è di circa 3 TWh. Nel 2019, Alperia ha prodotto 4.044 GWh di energia idroelettrica, circa il 2% in più dell’anno precedente.

Non solo: abbiamo prodotto 22 GWh da impianti fotovoltaici, 47 GWh da cogenerazione (53 nel 2018) e 260 GWh da biomassa (221 nel 2018). A fronte di un trend in aumento dei consumi di energia elettrica, stante i dati rilevati da TERNA (2008-2017) e supponendo che i volumi medi di produzione non subiscano significative variazioni nel tempo, si ritiene quindi che la produzione idroelettrica degli impianti Alperia possa coprire la domanda di energia elettrica in Alto Adige fino all’anno 2050.

energia prodotta

Una rete distributiva sicura

Tramite la controllata Edyna, Alperia gestisce gran parte della rete elettrica in Alto Adige e una rete di distribuzione di gas naturale di 113 chilometri in quattro Comuni. In particolare:

8.736

chilometri di linee di distribuzione dell’energia elettrica, il 71% interrate

181

chilometri di aumento linee interrate

96

comuni approvvigionati su un totale di 116 Comuni altoatesini

2,6 TWh

energia elettrica distribuita in Alto Adige

233.335

clienti associati alla rete elettrica di Alperia

Bassa tensione Edyna5.169 km (+1%)
Media tensione Edyna3.315 km
Alta tensione Edyna252 km
Alta tensione Edyna Transmission70 km
Cabine primarie AT/MT37
Cabine secondarie MT/BT4.121
Cabine di smistamento MT46

Edyna sta provvedendo alla sostituzione dei contatori di vecchia generazione con gli Smart Meter che sono in grado di rilevare più dettagliatamente i consumi e di comunicare con altre tecnologie, rappresentando una nuova frontiera per lo sviluppo della Smart Home. Il nuovo contatore consentirà di visualizzare la curva di consumo energetico dell’abitazione aggiornata ogni quarto d’ora e sarà in grado di abilitare nuove funzionalità, collegandosi con altre tecnologie e dispositivi con i quali sarà possibile monitorare in dettaglio i consumi, arrivando a individuare anche quanta energia utilizzano i singoli elettrodomestici. Ma c’è di più: i vecchi contatori, una volta sostituiti, non vengono trattati come semplici rifiuti ma vengono recuperati per il 96% per produrre delle sedie. La plastica di 18 contatori sostituiti, infatti, dà origine a una sedia ex novo. Anche questo a dimostrazione di quanto sostenibilità e circolarità siano determinanti nel nostro operato.

Alperia, con Edyna, sta inoltre lavorando allo sviluppo di reti intelligenti o smart grid che consentono di gestire produzione, accumulo, rete e consumo con un unico sistema. Il progetto sviluppato con la società Regalgrid Europe Srl, uno dei leader nel settore della digital energy, mette a disposizione una piattaforma che offre all’utente funzionalità avanzate per il monitoraggio, l’ottimizzazione e la gestione in real time dell’energia autoprodotta e consumata, sia a livello di singolo utente che a livello di comunità. Un percorso che si sta evolvendo anche grazie al progetto europeo Flexigrid che sfruttando le tecnologie digitali, smart grid, IoT, blockchain, intende fornire una piattaforma trasparente per la gestione dei dati, trasmettendo informazioni in tempo reale sulle condizioni della rete al gestore così da consentire l’ottimizzazione dei flussi di rete assicurando l’affidabilità, la stabilità e la sicurezza dell’offerta lungo tutta la rete elettrica del TSO (Transport System Operator) e DSO (Distribution System Operator).

Inoltre, nella sua sede Edyna sta implementando “Edyna Smart”, una piattaforma attraverso la quale monitorare e gestire i consumi in diverse aree, quali: 

  • Smart Water: dedicato alla raccolta dell’acqua piovana per l’irrigazione, alla misurazione del transito dell’acqua e al rilevamento dell’umidità del terreno oltre che all’irrigazione intelligente in base ai dati meteo previsti e\o ricevuti
  • Smart Vehicle: sistema intelligente di parcheggio nella sede Edyna con indicazione dei posti liberi, conteggio dei veicoli presenti, sistema di parcheggio per bici e moto e colonnine elettriche
  • Smart Lighting: sistema intelligente di illuminazione con sensori di rilevamento
  • Smart Access: sistema di riconoscimento automatico degli accessi 

Il sistema, una volta terminata la fase di sviluppo, sarà proposto sul mercato per favorire una migliore gestione delle risorse energetiche.

Obiettivo strategico: Vogliamo garantire un approvvigionamento dell’energia sicuro ed efficiente.

Obiettivi operativiMisure attuate nel 2019Misure programmate nel 2019Termini (nuovi)KPIValore obiettivoValore 2019

Ampliamento della rete di teleriscaldamento a Bolzano
Miglioramento della qualità del servizio e modernizzazione delle infrastrutture per il miglioramento della stabilità della reteAmpliamento della rete di teleriscaldamento a Bolzano2017-2021 (ongoing)Numero di scambiatori 256 (Bolzano) 2.250 (Alto Adige)

Riduzione della durata delle interruzioni
Miglioramento della qualità del servizio e modernizzazione delle infrastrutture per il miglioramento della stabilità della reteMiglioramento della qualità del servizio e modernizzazione delle infrastrutture di rete per il miglioramento della stabilità2020 (ongoing)SAIDI (minuti) 28,07

Riduzione della durata delle interruzioni
Miglioramento della qualità del servizio e modernizzazione delle infrastrutture per il miglioramento della stabilità della reteMiglioramento della qualità del servizio e modernizzazione delle infrastrutture di rete per il miglioramento della stabilità2020 (ongoing)Alta concentrazione SAIDI (minuti)283,99

Riduzione della durata delle interruzioni
Entrata in servizio di una nuova cabina primaria al Brennero, di nuovi stalli alle cabine Resia e Santa Valburga; sono inoltre state telecomandate 92 cabine secondarieTelecontrollo di cabine secondarie già in servizio e di nuova costruzione2020 (ongoing)Media concentrazione SAIDI (minuti)4521,51

Riduzione della durata delle interruzioni
Messa in servizio di bobine di Petersen a Cardano, alla stazione Resia e infine potenziate quelle di DobbiacoPassaggio graduale dell'esercizio della rete da neutro isolato a neutro compensato tramite bobina di Petersen2020 (ongoing)Bassa concentrazione SAIDI (minuti)6852,63

Riduzione delle interruzioni di corrente
sottosotto2020 (ongoing)SAIFI (numero interruzioni per utente) 1,51

Riduzione delle interruzioni di corrente
31 interventi di taglio piante, 55 ispezioni linee, 20,35 km di taglio pianteProgramma ispezione e taglio piante linee aeree2020 (ongoing)Alta concentrazione SAIFI (numero interruzioni per utente)1,20,17

Riduzione delle interruzioni di corrente
Aumentate le linee MT interrate di 76 km, ridotte linee aeree nude di 76 km; 2 nuove linee AT alla CP BrenneroSostituzione di tratti di linee aeree con cavi interrati e realizzazione nuovi collegamenti AT e MT2020 (ongoing)Media concentrazione SAIFI (numero interruzioni per utente)2,251,14

Riduzione delle interruzioni di corrente
Adozione di 2 km cavi elicordRealizzazione di nuove automazioni sulla rete per una migliore selettività dei guasti2020 (ongoing)Bassa concentrazione SAIFI I (numero interruzioni per utente)4,32,89