Gestione dei fornitori

{ GRI 102-9, 204-1, 308-1, 308-2, 414-1, 414-2 }

Gli acquisti di Alperia effettuati a livello centralizzato competono al Servizio Approvvigionamenti che cerca, laddove possibile, di privilegiare gli acquisti locali, green e socialmente responsabili.

Gestione del rischio

RischioModalità di gestione
Rischio di mancata identificazione di specifici criteri/requisiti volti a garantire acquisti aziendali il più possibile locali e sostenibili e rischio di non adeguata attività di scelta e selezione dei fornitori.Per contribuire a creare valore sul territorio e selezionare fornitori di materie prime adeguati al nostro business, ci poniamo strategicamente l'obiettivo di rendere i nostri acquisti il più possibile locali e sostenibili dal punto di vista ecologico e sociale. Il 100% dei nostri nuovi fornitori viene sottoposto a screening secondo criteri ambientali e sociali. Per raggiungere gli obiettivi target che ci siamo posti rispetto alla selezione di nuovi fornitori sulla base di requisiti sociali e ambientali, abbiamo adottato il sistema Bravosolution, valutando l'inserimento di criteri di sostenibilità per categoria di merce (criticità alta, media, bassa).
Rischio di potenziali comportamenti eticamente non corretti da parte dei fornitori.Per evitare il rischio di mancata trasparenza nel processo di selezione dei fornitori, in particolare in riferimento a tematiche di corruzione attiva/passiva, ci impegniamo per garantire una gestione responsabile della catena di fornitura con verifica dei requisiti di onorabilità, professionalità, tecnici e reputazionali dei fornitori. Inoltre, per scongiurare il rischio di comportamenti eticamente non corretti da parte di fornitori, dipendenti, clienti e altri stakeholder, è contenuta nelle Condizioni Generali di Contratto a livello di Gruppo una clausola di rispetto dei diritti umani.

Nel 2019, Alperia ha investito molto nella ricerca della sostenibilità nel processo di acquisto, integrando questo requisito all’interno delle sue gare d’appalto. Quanto alla provenienza degli acquisiti, nel 2019 Alperia ha emesso ordini d’acquisto che per il 62% hanno riguardato fornitori residenti in Alto Adige (60% nel 2018). Rivolgersi ai fornitori locali, compatibilmente alle esigenze di business, è uno dei modi con cui Alperia contribuisce all’economia provinciale, dando un apporto concreto con le proprie attività. In particolare, la percentuale dei prodotti e servizi acquistati localmente è del 35% (era il 27% nel 2018) sul totale delle spese effettuate. Tra questi: 

  • provenienza fornitori opere: 42% locali nel 2019 – (36% nel 2018)
  • provenienza fornitori servizi: 39% locali nel 2019 – (22% nel 2018)
  • provenienza fornitori prodotti: 18% locali nel 2019 – (19% nel 2018)

gestione dei fornitori

Il volume totale degli acquisti effettuati da Alperia è passato dai 197 milioni di euro del 2018 ai quasi 169 milioni di euro del 2019, di cui circa 60 milioni dedicati ai fornitori locali, in aumento rispetto ai 53 milioni dell’anno precedente. Il 100% dei nostri nuovi fornitori viene sottoposto a screening secondo criteri ambientali e sociali.

È bene notare che la maggior parte degli acquisti effettuati da Alperia è riferita al core business del Gruppo. Si tratta quindi di: attrezzature tecniche (cavi, trasformatori, turbine, etc.) e materie prime (gas naturale, legno olio, lubrificanti e prodotti chimici per la produzione e la distribuzione di energia elettrica e per il teleriscaldamento). Le forniture da ufficio rappresentano una percentuale più esigua rispetto al volume totale degli acquisti. 

Tutti i fornitori di Alperia devono accettare i principi del Codice Etico del Gruppo e sostenerli, a partire dal rispetto e dalla tutela dei diritti umani (inseriti in tutte le gare d’appalto e in tutti gli ordini di acquisto gestiti dal Procurement), della salute e della sicurezza sul lavoro, nonché il rispetto per l’ambiente e la sostenibilità. Nel corso del 2019, per agevolare le procedure di acquisto secondo tali criteri, è stato implementato un nuovo sistema organizzativo che consente di tenere traccia delle informazioni richieste e ricevute dai fornitori: Modello 231, iscrizione alla White List secondo quanto previsto del Codice Antimafia e certificazioni possedute.

Non solo, per la gestione delle gare d’appalto è stato implementato il sistema BravoSolution che ha consentito di efficientare la gestione dei documenti con i fornitori. 

Per verificare che i fornitori rispettino precisi standard ambientali e sociali, Alperia utilizza i seguenti strumenti: 

  • Albo dei fornitori: nel 2017 Alperia ha creato un albo dei fornitori strutturato. Per entrare a far parte dell’Albo, i fornitori devono compilare un questionario e documentare gli interventi attuati in determinate aree, tra cui la sicurezza sul lavoro. I fornitori, per ottenere la qualifica di durata triennale, devono dimostrare di possedere le specifiche certificazioni sociali/ambientali richieste (ad esempio ISO 14001, ISO 45001, EMAS) o di aver adottato misure equivalenti. L’albo viene aggiornato continuamente e nel 2019 è stato integrato con ulteriori requisiti.
  • Gara d’appalto: per le gare di fornitura per il Gruppo, Alperia ha stabilito un processo di valutazione dei requisiti minimi di sostenibilità legati al prodotto. Nel corso del 2019, inoltre, è stata implementata una check list sulla contrattualistica che viene allegata alla RDA (Richiesta di Acquisto) e che tutte le singole unità devono compilare. Essa contiene sia degli elementi per la gestione della gara sia per la redazione del contratto.
  • Vendor Rating System: il Vendor Rating System è uno strumento che garantisce la qualità dei fornitori e riduce al minimo il rischio di perdita e di dipendenza. Il sistema prevede che i fornitori di importanza strategica siano valutati internamente sulla base di un questionario standard in cui vengono considerati la qualità del servizio e della prestazione eseguita, il livello di sicurezza e il livello di sostenibilità ambientale. Tutti questi criteri consentiranno di effettuare una valutazione sulle performance dei singoli fornitori. Tale applicazione sarà implementata attraverso l’introduzione di un apposito software.
  • Audit dei fornitori: per ciascun contratto stipulato con un nuovo fornitore, Alperia può effettuare un audit, verificando le informazioni ricevute ed effettuando visite e colloqui in loco. 

Alperia sta inoltre adottando diverse azioni volte a migliorare la sostenibilità dei consumi nelle sue sedi. Dopo aver eliminato le bottiglie d’acqua di plastica, sostituite con dispenser aziendali in vetro, infatti, saranno introdotti prodotti biologici ed equosolidali nelle macchinette erogatrici del caffè e degli alimenti. Sono misure che possono portare a una maggiore consapevolezza tra i dipendenti in merito ai temi della sostenibilità e che possono contribuire in maniera concreta all’evoluzione green del Gruppo.

Vendor Rating System

Il fornitore in fase di offerta ha imposto clausole penalizzanti per il Gruppo Alperia? Sono state applicate delle penalità? Il contratto è stato risolto per motivazioni imputabili al fornitore? Le fatture sono state emesse nei tempi concordati? I macchinari erano conformi agli standard richiesti per l’esecuzione delle prestazioni? Ed erano conformi alla normativa vigente in materia di sicurezza? Le emergenze in materia di sicurezza sono state gestite adeguatamente? Il fornitore ha gestito i rifiuti in conformità della normativa vigente? Ha adottato misure idonee a ridurre l’impatto ambientale? Il rapporto con il fornitore contribuisce alla creazione di valore per l’Alto Adige? Ecco alcune delle domande poste dal Vendor Rating al fine di valutare la corrispondenza dei fornitori ai parametri richiesti da Alperia, con attenzione alle tematiche di sostenibilità economica, sociale e ambientale.

Obiettivo strategico: Vogliamo rendere i nostri acquisti il più possibile locali e sostenibili dal punto di vista ecologico e sociale.

Obiettivi operativiMisure attuate nel 2019Misure programmate nel 2019Termini (nuovi)KPIValore obiettivoValore 2019

Il 100% dei contratti di acquisto e le Condizioni Generali di Contratto a livello di Gruppo prevedono una clausola di rispetto dei diritti umani
Implementazione delle nuove Condizioni Generali di Contratto (achieved)Quota di contratti di acquisto che contengono una clausola a tutela dei diritti umani100%introdotto a maggio 2019

Il 100% delle gare d'appalto significative contiene requisiti minimi di sostenibilità legati al prodotto
  • Analisi delle principali categorie merceologiche secondo i criteri di sostenibilità
  • Attuazione di un processo di valutazione dei requisiti minimi di sostenibilità legati al prodotto a carico delle Unità Richiedenti
  • Introduzione dei bicchieri biodegradabili e delle bottiglie di vetro
  • Introduzione di dispenser per l'acqua
  • Introduzione dei requisiti minimi di sostenibilità legati al prodotto per i materiali d'ufficio e per la pulizia
  • Aggiornamento della check list PRO 204 e RDA per richiedere la valutazione dei requisiti di sostenibilità legati al prodotto
  • Introduzione della check list nella nuova piattaforma di gestione dei fornitori
2020
(ongoing)
Quota di gare significative contenenti requisiti minimi di sostenibilità legati al prodotto100%80%

Il 100% dei nuovi fornitori viene valutato secondo specifici requisiti sociali e ambientali (p. es. indicazione degli infortuni sul lavoro)
Verifica e selezione dei fornitori inclusi nell'elenco dei fornitori in possesso di determinate certificazioni (p. es. SO 14001, OSHAS 18001, EMAS) a seconda della categoria merceologica (achieved)Quota di nuovi fornitori valutati sulla base di specifici requisiti sociali ed ecologici100%100%

Il Vendor Rating System contiene criteri di sostenibilità
Aggiornamento del Vendor Rating System con inclusione di criteri di sostenibilità completi che costituiscono il 25% del rating 2020
(ongoing)
---