Gestione dei fornitori

{ GRI 102-9, 102-10; 204-1; 308-1; 414-1, 414-2 }

Alperia adotta per il settore acquisti e per la gestione delle/dei fornitrici/ori un approccio il più possibile orientato alla sostenibilità.

Un requisito che è stato inserito nelle gare di appalto. Tutte/i le/i fornitrici/ori di Alperia devono accettare i principi del Codice Etico del Gruppo e sostenerli, a partire dal rispetto e dalla tutela dei diritti umani (inseriti in tutte le gare di appalto e in tutti gli ordini di acquisto gestiti dal Procurement), della salute e della sicurezza sul lavoro, nonché il rispetto per l’ambiente e la sostenibilità. Alperia adotta infatti un sistema organizzativo che consente di tenere traccia delle informazioni richieste e ricevute dalle/dai fornitrici/ori: Modello 231, iscrizione alla White List, secondo quanto previsto dal Codice Antimafia e altre certificazioni possedute. Inoltre, per la gestione delle gare di appalto viene utilizzato il sistema BravoSolution.
Per verificare che le/i fornitrici/ori rispettino precisi standard ambientali e sociali, Alperia utilizza diversi strumenti:

  • Albo delle/dei fornitrici/ori: per ottenere la qualifica di durata triennale, le/i fornitrici/ori devono dimostrare di possedere specifiche certificazioni sociali e ambientali, come la ISO 14001, ISO 45001, EMAS, o di aver adottato misure equivalenti. Nel 2020 l’Albo è stato ulteriormente aggiornato e annovera oggi oltre 850 fornitrici/ori certificati.
  • Gara di appalto: per le forniture del Gruppo, Alperia ha previsto un processo di valutazione dei requisiti minimi di sostenibilità legati al prodotto e ha implementato una check list sulla contrattualistica, che viene allegata alla RDA (Richiesta di Acquisto) e contiene sia elementi per la gestione della gara, sia per la redazione del contratto. Nel 2021, è in programma l’ampliamento della piattaforma per la gestione delle gare di appalto in cui saranno inserite anche le RDA. Si precisa che la valutazione o l’inserimento dei requisiti minimi di sostenibilità legati al prodotto non sono legati a un obbligo procedurale.
  • Vendor Rating System: questo strumento garantisce la qualità delle/dei fornitrici/ori e riduce al minimo il rischio di perdita e di dipendenza. Il sistema prevede che le/i fornitrici/ori di importanza strategica siano valutate/i internamente sulla base di un questionario standard in cui vengono considerati la qualità del servizio e della prestazione eseguita, il livello di sicurezza e il livello di sostenibilità ambientale. Tali criteri consentono di effettuare una valutazione delle performance delle/dei fornitrici/ori. Il Vendor Rating System sarà operativo dal 2021 e si valuteranno nel corso dell’anno eventuali integrazioni e/o modifiche al sistema in considerazione dei riscontri sul campo.
  • Audit delle/dei fornitrici/ori: per ciascun contratto stipulato con una/un nuova/o fornitrice/ore, Alperia può effettuare un audit, con visite e colloqui in loco per verificare le informazioni ricevute. Nel 2020, a seguito della pandemia, sono stati sospesi gli audit con le/i fornitrici/ori che riprenderanno non appena terminata l’emergenza.

Dal 2021, sarà possibile accedere, attraverso un portale, a tutto ciò che riguarda la gestione delle/dei fornitrici/ori: dalle prime richieste di acquisto alla valutazione finale. La piattaforma integrerà anche i contratti, dando così una visione completa di tutto il comparto. Il progetto di integrazione era in programma già per il 2020, ma la sua attuazione è stata spostata al 2021 in attesa del rinnovo del gestionale di tutto il Gruppo.
Inoltre, si segnala che durante il periodo del lockdown, alcune/i fornitrici/ori hanno richiesto l’inserimento di particolari clausole contrattuali per limitare la responsabilità (es: in caso di ritardi). L’ufficio Procurement di Alperia ha gestito caso per caso tutte le richieste pervenute.

Per quanto riguarda gli acquisti di Alperia, se effettuati a livello centralizzato, competono al Servizio Approvvigionamenti e nel 2020 sono stati per il 58% locali21 (era il 62% nel 2019). Rivolgersi alle/ai fornitrici/ori locali, compatibilmente alle esigenze di business, è uno dei modi con cui Alperia sostiene l’economia dei suoi territori contribuendo, di conseguenza, anche alla riduzione delle emissioni legate ai trasporti. La percentuale dei prodotti e servizi acquistati localmente nel 2020 è stata del 36% (era il 35% nel 2019) sul totale delle spese effettuate. Tra questi:

  • provenienza fornitrici/ori opere: 72% locali (42% nel 2019)
  • provenienza fornitrici/ori servizi: 20% locali (39% nel 2019)
  • provenienza fornitrici/ori prodotti: 21% locali (18% nel 2019)

Il volume totale degli acquisti effettuati da Alperia è stato di 169 milioni di euro (in linea con l’anno precedente, mentre nel 2018 era stato pari a 197 milioni di euro), di cui 60 milioni di euro dedicati alle/ai fornitrici/ori locali (in linea con l’anno precedente). Si è trattato per la maggior parte di acquisti legati al core business del Gruppo: attrezzature tecniche (cavi, trasformatori, turbine, etc.) e materie prime (gas naturale, legno olio, lubrificanti e prodotti chimici per la produzione e la distribuzione di energia elettrica e per il teleriscaldamento). Le forniture da ufficio rappresentano una percentuale esigua rispetto al volume totale degli acquisti. Infine, anche nel 2020, sono state rinnovate alcune attività volte a migliorare la sostenibilità dei consumi nelle sedi, come l’inserimento di prodotti biologici ed equosolidali nei distributori automatici di snack e bevande, l’utilizzo di bicchierini biodegradabili, l’uso di dispenser aziendali in vetro al posto delle bottiglie di plastica di acqua. Inoltre, alle/i dipendenti sono state fornite delle borracce il vetro o in alluminio. Tutte queste misure, comunicate anche sulla rete intranet con report periodici a cura del reparto HSE, contribuiscono a diffondere una maggiore consapevolezza in merito ai temi della sostenibilità.
Inoltre, il rispetto dei diritti umani è stato inserito come clausola all’interno dei termini e condizioni generali dei contratti a partire da maggio 2019. Tutti i nuovi contratti significativi, cioè i contratti gestiti centralmente a livello di Gruppo dalla funzione acquisti e che superano un valore di 100.000 euro, includono questa clausola, tuttavia ci possono essere ancora contratti attivi firmati prima del 2019 che non includono questa clausola.

Criteri ambientali minimi

I Criteri ambientali minimi (CAM) sono requisiti ambientali definiti per le varie fasi del processo di acquisto, volti a individuare la soluzione progettuale, il prodotto o il servizio migliore sotto il profilo ambientale lungo il ciclo di vita, tenuto conto della disponibilità di mercato. I CAM sono definiti nell’ambito di quanto stabilito dal Piano per la sostenibilità ambientale dei consumi del settore della pubblica amministrazione e sono adottati con Decreto del Ministro dell’Ambiente della Tutela del Territorio e del Mare. La loro applicazione sistematica e omogenea consente di diffondere le tecnologie ambientali e i prodotti ecologicamente preferibili e produce un effetto leva sul mercato, inducendo le/gli operatrici/ori economiche/i meno virtuose/i ad adeguarsi alle nuove richieste della Pubblica Amministrazione. In Italia, l’efficacia dei CAM è stata assicurata grazie a diverse norme,22 che ne hanno reso obbligatoria l’applicazione da parte di tutte le stazioni appaltanti. Oltre alla valorizzazione della qualità ambientale e al rispetto dei criteri sociali, l’applicazione dei Criteri ambientali minimi risponde anche all’esigenza della Pubblica Amministrazione di razionalizzare i consumi, riducendone, ove possibile, la spesa. Alperia prevede i CAM per tutte le sue gare pubbliche che rappresentano quasi l’80% dei suoi affidamenti.

Vendor Rating System

La/il fornitrice/ore in fase di offerta ha imposto clausole penalizzanti per il Gruppo Alperia? Sono state applicate delle penalità? Il contratto è stato risolto per motivazioni imputabili alla/al fornitrice/ore? I macchinari, gli impianti e le attrezzature sono stati conformi e rispondenti agli standard richiesti per l’esecuzione delle prestazioni? Le emergenze in materia di sicurezza sul lavoro sono state gestite adeguatamente? La/il fornitrice/ore ha gestito i rifiuti e prodotti chimici in conformità alla normativa vigente? La/il fornitrice/ore ha adottato misure idonee a ridurre l’impatto ambientale in relazione alle attività svolte per il Gruppo Alperia? Ecco alcune delle domande poste dal Vendor Rating System al fine di valutare la corrispondenza delle/dei fornitrici/ori ai parametri richiesti da Alperia, con attenzione alle tematiche di sostenibilità economica, sociale e ambientale.

Obiettivo strategico: Vogliamo rendere i nostri acquisti il più possibile locali e sostenibili dal punto di vista ecologico e sociale.

Obiettivi operativiMisure attuate nel 2020Misure programmateTermini (nuovi)KPIValore obiettivoValore anno 2020Status
Il 100% dei contratti di acquisto e le Condizioni Generali di Contratto a livello di Gruppo prevedono una clausola di rispetto dei diritti umani inserire img spunta?Quota di contratti di acquisto che contengono una clausola a tutela dei diritti umani100%100%inserire img spunta
Il 100% delle gare di appalto significative valutano requisiti minimi di sostenibilità legati al prodotto* Aggiornamento della check list PRO 204 e RDA per richiedere la valutazione dei requisiti di sostenibilità legati al prodotto* Implementazione dalla nuova PRO 204 che richiedere la valutazione dei requisiti di sostenibilità legati al prodotto2021Quota di gare di appalto significative contenenti requisiti minimi di sostenibilità legati al prodotto100%80%inserire img croce?
Il 100% delle/dei nuove/i fornitrici/ori viene valutato secondo specifici requisiti sociali ed ambientali (ad esempio indicazione degli infortuni sul lavoro) inserire img spunta?Quota di nuove/i fornitrici/ori valutate/i sulla base di specifici requisiti sociali ed ecologici100%100%inserire img spunta?
Il Vendor Rating System contiene criteri di sostenibilità inserire img spunta?--inserire img spunta?

21 Per “acquisti locali” si intendono quelli effettuati nella provincia di Bolzano.

22 All’art. 18 della L. 221/2015 e, successivamente, all’art. 34 recante “Criteri di sostenibilità energetica e ambientale” del D.lgs. 50/2016 “Codice degli appalti” (modificato dal D.lgs. 56/2017).