Salute e sicurezza sul lavoro

{ GRI 403-2, 403-9, 403-10, 404-1 }

Vogliamo garantire il massimo livello di sicurezza sul lavoro per le/i nostre/i dipendenti e per quelle/i delle/dei nostre/i collaboratrici/ori. Per questo, mettiamo in campo misure volte ad aumentare la consapevolezza tra le persone e a ridurre i rischi concreti derivanti dalla gestione di tutte le attività lavorative.

Lavorare in sicurezza 

Strumenti, formazione, certificazioni

Alperia persegue l’obiettivo di ridurre al minimo il rischio di infortuni per le/i proprie/propri dipendenti, soprattutto in aree classificate come pericolose, quali gli impianti e le infrastrutture. Questo avviene attraverso una formazione regolare delle/dei dipendenti in materia di sicurezza, Dispositivi di Protezione Individuale (DPI) e un continuo rinnovo delle attrezzature da lavoro. Ogni società del Gruppo Alperia si avvale di una/un responsabile HSE e del Servizio Prevenzione e Protezione (RSPP). Questa figura si occupa di promuovere tutte le procedure atte a proteggere le/il lavoratrici/ore, analizzando e prevedendo il verificarsi di condizioni pericolose per la loro sicurezza. È una figura obbligatoria e indispensabile per il mantenimento di un ambiente di lavoro sicuro e sano.

lavoro sicurezza

Nel corso del 2020, Alperia ha rinnovato le certificazioni ISO 14001, ISO 45001, ISO 9001 e ISO 27001 che, come previsto dalle norme, sono soggette a rivalutazione triennale e a sorveglianza annuale. Gli audit sono stati fatti prima in remoto e, a seguire, con verifiche sul campo nel mese di giugno, quando secondo la legge sarebbe stato possibile ospitare le/i certificatrici/ori per effettuare attività di verifica in presenza. Anche le società di Smart Region (Alperia Fiber, Neogy e Alperia Bartucci) sono state certificate e allineate agli standard del Gruppo.

Così come previsto, nel 2020 è in corso il completamento delle installazioni dei defibrillatori in collaborazione con Croce Rossa e della Croce Bianca, ma a causa dell’emergenza sanitaria, le attività di formazione per il loro utilizzo sono state posticipate al 2021.

Nel corso dell’anno, Alperia ha anche distribuito le radio collegate alla rete della Protezione Civile provinciale per poter gestire con una rete radio resiliente, eventuali situazioni di criticità o emergenze anche gravi.

Attraverso un DVR, vengono individuati i rischi più ingenti per Alperia. Nonostante i grandi rischi connessi con le sue attività, i sistemi implementati hanno consentito di tenere sempre molto basso il tasso di gravità degli incidenti e la loro numerosità. Per la gestione degli incidenti e dei quasi incidenti, i cosiddetti “near miss”, adottiamo fin dalla fondazione di Alperia una procedura che rende più celere la comunicazione di tali eventi. Si segnala che nel 2020 sono stati 14, mentre le giornate di assenza sono state 320, ovvero -25% rispetto al 2019. L’Indice di Frequenza (IF) è passato da 8,68 a 8,13 e l’Indice di Gravità (IG) da 0,26 a 0,19.

Inoltre, con l’obiettivo di valutare sia le performance infortunistiche interne al Gruppo Alperia, che quelle delle imprese esterne che operano presso le nostre sedi, abbiamo consolidato il sistema di raccolta dati riguardanti le attività svolte dal personale (ad esempio ore lavorate) e una procedura di segnalazione degli infortuni. I dati raccolti vengono diffusi in house attraverso il report mensile HSE. Nelle condizioni contrattuali includiamo anche clausole in merito alla salute e alla sicurezza delle/dei dipendenti e delle/dei lavoratrici/ori delle ditte terze. Le prestazioni lavorative delle imprese appaltatrici verranno valutate attraverso un sistema di rating dedicato. Secondo i dati rilevati, si sono verificati 16 infortuni nel corso dell’anno, portando a 73 giornate di assenza sul lavoro. Tali infortuni hanno riguardato principalmente le/i fornitrici/ori di Edyna ed Ecoplus. Tutto ciò ha fatto aumentare l’indice IF, il tasso di frequenza di infortuni delle imprese appaltatrici, passato da 3,05 a 20,77 mentre l’indice IG sulle assenze lavorative è sceso da 0,13 a 0,09. Si segnala che i dati, con il passare degli anni di raccolta, sono sempre più puntuali, ma che non vi è una tracciatura, come nel caso degli infortuni per le/i dipendenti, piuttosto un monitoraggio rispetto a quanto viene segnalato dalle/dai fornitrici/ori. Inoltre, si ricorda che Alperia ha implementato un albo delle/dei fornitrici/ori e un Vendor Rating System che consente di valutare le/i fornitrici/ori sulla base di indicatori predefiniti, tra i quali rientrano anche gli indici infortunistici.

Per coinvolgere attivamente le/i collaboratrici/ori sui temi della sicurezza e della salute sul lavoro Alperia ha inoltre erogato complessivamente oltre 21mila ore di formazione, di cui 8.334 dedicate al tema sicurezza. La formazione è stata indirizzata a tutte le società del Gruppo e hanno partecipato complessivamente 1.096 dipendenti (il numero è più alto rispetto al totale della forza lavoro perché sono stati conteggiati anche coloro che al 31 dicembre 2020 risultavano assunti ma che poi hanno lasciato la loro posizione).

In aggiunta, è proseguita la pubblicazione del report mensile dedicato a qualità, asset integrity, ambiente, salute e sicurezza, nel quale vengono discussi eventuali infortuni accaduti sul lavoro. Strumento che dal 2019 viene integrato con una sezione dedicata ai rifiuti (“zero waste”). Una sensibilizzazione che prosegue anche con pillole informative sulla intranet aziendale e con le lessons learnt.

La conformità del Sistema Salute e Sicurezza sul Lavoro viene verificata regolarmente tramite gli audit di prima parte (interni) e di terza parte (esterni, ossia da parte di un ente terzo accreditato). L’efficacia è monitorata più volte nel corso dell’anno sulla base di indicatori predefiniti, apportando, all’occorrenza, i necessari adeguamenti. Per ogni società certificata vengono svolte annualmente le previste riunioni periodiche (riesami della Direzione e riunioni ex art. 35 D.lgs. 81/2008), per la condivisione dei risultati e dei programmi di miglioramento, l’esito degli audit interni ed esterni, l’esito della sorveglianza sanitaria e l’avanzamento dei programmi di formazione.

Emergency board e misure anti-contagio

Affrontare la sfida della pandemia

Consentire alle/ai lavoratrici/ori di operare in piena sicurezza, evitando la diffusione del contagio e riducendo al minimo i rischi connessi alle attività di Alperia. Il tutto assicurando un servizio sempre efficiente e puntuale alla clientela. Sono solo alcune delle sfide che abbiamo dovuto affrontare nel 2020, anno caratterizzato dall’arrivo della pandemia da Covid-19. Alperia ha affrontato questa situazione attivando, fin da subito, un Emergency Board che durante il periodo più critico dell’emergenza sanitaria si è riunito ogni giorno e, successivamente, una volta alla settimana. Un team di gestione pandemia di cui hanno fatto parte le/i direttrici/ori delle singole Business Units, il Direttore della comunicazione, la/il responsabile HSE Alperia e di ogni società del Gruppo, General Services e le organizzazioni sindacali. L’obiettivo: prendere decisioni condivise, monitorare l’andamento dei contagi e gestire il rischio da Covid-19 in azienda.

Emergency board

Oltre ad applicare quanto previsto dalla normativa nazionale e provinciale, Alperia ha infatti previsto ulteriori misure di sicurezza, organizzando i turni delle/degli operative/i in modo da evitare il più possibile ogni tipo di scambio tra gruppi, mantenendo team fissi, e quindi più facilmente tracciabili in caso di contagio, e favorendo l’igienizzazione delle postazioni tra una turnazione e l’altra. Per tutte/i coloro che lavorano in ufficio, è stato attivato lo smart working ed è stata data la possibilità a chi ha avuto casi di positività in famiglia di effettuare un test rapido a carico di Alperia prima di rientrare al lavoro in presenza. Ogni dipendente ha avuto la possibilità di effettuare una formazione online obbligatoria con test finale dedicata ai comportamenti da adottare per evitare la diffusione del contagio. Inoltre, nelle sedi principali sono stati installati dispositivi per la misurazione della temperatura corporea, mentre le sedi minori sono state dotate di termometri a infrarossi.

Oltre a fornire alle/ai dipendenti le mascherine protettive, nelle sue sedi Alperia ha anche introdotto appositi sistemi di smaltimento sensibilizzando rispetto al tema della sostenibilità ambientale.

Si precisa inoltre che tutte le decisioni prese dall’Emergency Board sono state comunicate alle/ai dipendenti attraverso la intranet myAlperia e con azioni di comunicazione mirate. Tutte misure che si sono rivelate efficaci, visto che non si è avuto alcun focolaio in nessuna delle società del Gruppo, e che Alperia ha voluto ulteriormente garantire dotandosi della certificazione CSQ COVID-19 Restriction di IMQ. Uno strumento finalizzato a monitorare, attraverso audit a campione, l’applicazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro.

Attenzione alla salute

In questo modo miglioriamo il benessere e riduciamo infortuni e assenze

Vogliamo che le/i nostre/i dipendenti possano lavorare in un ambiente sano e orientato al benessere. Per questo, in ottemperanza alla normativa D.lgs. 81/2008, prevediamo una visita medica finalizzata a verificare l’idoneità professionale, e diamo loro la possibilità di utilizzare una parte o la totalità del premio di produzione per usufruire di prestazioni nell’ambito di un programma di welfare (ad esempio, è possibile richiedere il rimborso delle spese scolastiche per un membro della famiglia o il rimborso delle spese per l’assistenza a familiari viventi a carico o meno); mettiamo a disposizione un’assicurazione sanitaria integrativa e un’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro ed extraprofessionali in caso di invalidità permanente.

salute

All’interno delle nostre sedi, anche grazie ai suggerimenti arrivati attraverso il tool “myIdeas” aperto alle/ai dipendenti, abbiamo introdotto bottiglie d’acqua di vetro, per i ruoli operativi delle bottiglie di alluminio, ma anche dispenser di acqua potabile, mele gratuite e dispenser con igienizzanti all’ingresso delle sedi e in ogni toilette (oltre ai nuovi bidoni dedicati allo smaltimento delle mascherine monouso).

Continuiamo a sostenere le attività del CRAL che organizza momenti di condivisione nel dopolavoro delle/dei nostre/i dipendenti e abbiamo rinnovato le convenzioni con alcuni centri sportivi di Bolzano e con altre realtà del territorio. Principi che saranno alla base anche della nostra nuova sede a Merano; infatti anche a livello architettonico l’edificio sarà orientato al benessere di chi lo vive quotidianamente, con la presenza di una sala fitness e di una sala relax. Il tasso di assenteismo, a livello di Gruppo, nel 2020, è stato di 8 per 1.000 ore lavorate, circa il 33% in più rispetto all’anno precedente. Questo aumento è dovuto a un aumento delle assenze a causa della pandemia di Covid-19. Le malattie professionali contratte nel 2020 sono state, esattamente come nel 2019, pari a zero.

Obiettivo strategico: Vogliamo garantire il massimo livello di sicurezza sul lavoro per le/i nostre/i dipendenti e per quelle/i delle/dei nostre/i collaboratrici/ori (imprese esterne).

Obiettivi operativiMisure attuate nel 2020Misure programmateTermini (nuovi)KPIValore obiettivoValore annuo 2020Status

Rilevare tutti gli incidenti delle ditte esterne significative
 xFrequenza e gravità degli incidenti delle ditte esternetbdx

Nessun incidente relativo alle/ai dipendenti e delle ditte esterne
Attraverso la relazione mensile HSE vengono fornite le seguenti informazioni:IF indice di frequenza e IG indice di gravità per tutte le società del Gruppo AlperiaTipologie degli infortuni e mancati infortuniDescrizioni degli infortuni e mancati infortuni con descrizione delle cause e azioni correttive --> Lesson LearntMensilmente vengono svolte riunioni con tutte/i le/gli HSE del Gruppo (Steering Committee) in cui vengono discusse tutte le attività formative in ambito sicurezza, qualità e ambiente, gli open point in ambito sicurezza e raccomandazioni da audit, programmi di audit interni ed esterni relativi alle certificazioni ISOAudit operativi: Creazione di un programma di audit operativi con tutte le società del gruppo --> l’attività è stata sospesa causa Covid-19 nel 2020, verrà riproposto nel 2021 come da PRO 403

Audit interni 2021: nuovo sistema multidisciplinare
AnnualeNumero di incidenti con giornate perse014 (dipendenti) 16 (ditte esterne)X

Obiettivo strategico: Vogliamo promuovere attivamente la salute delle/dei nostre/i dipendenti.

Obiettivi operativiMisure attuate nel 2020Misure programmateTermini (nuovi)KPIValore obiettivoValore anno 2020Status
Riduzione del tasso di assenzaGrande focus sulla salute delle/dei dipendenti (Covid-19)Proseguimento delle misure avanzate negli anni precedentiAnnualeTasso di assenza (giorni di assenza per 1.000 h lavorate)-8X