Marketing e comunicazione trasparenti

{ GRI 102-43, 417-1, 417-2, 417-3, ALP8 }

Con l’obiettivo di creare un dialogo aperto e trasparente con gli stakeholder, nel corso del 2019 Alperia ha sviluppato numerose attività di marketing e comunicazione.

Gestione del rischio

RischioModalità di gestione
Rischio di mancata/non adeguata trasparenza delle informazioni e di una comunicazione non orientata agli stakeholder (e.g. comunicazione performance ambientali e sociali del Gruppo, ampliamento contenuti sul web, round table, survey tra gli stakeholder) con possibili impatti sulla riduzione della customer satisfaction/aumento claim, perdita di clientela, non conformità con disposizioni e codici di condotta.Ci impegniamo per mettere in campo una comunicazione di marketing e una comunicazione interna trasparenti, aggiornate e orientate agli stakeholder. Forniamo informazioni coerenti attraverso i diversi canali mediatici (e.g. energy point, call center) e nel 2019 abbiamo iniziato a introdurre il CRM - Customer Relationship Management, concentrandoci sulla gestione dei lead.
Rischio di mancata/carente definizione di misure motivazionali rivolte alla clientela finalizzate a incrementare il numero di clienti destinatari della fattura in formato elettronico.Vogliamo che sempre più clienti ricevano la fattura in formato digitale. Una scelta che stiamo favorendo attraverso attività di Consumer Behaviour volte a stimolare l'acquisto di prodotti green.
Rischio di approvvigionamenti del materiale pubblicitario non legati alla sostenibilità.Vogliamo rendere le nostre iniziative di marketing e di comunicazione socialmente ed economicamente sostenibili. Per questo, tutti i nostri eventi sono certificati "Green Event".

Tra le più importanti, ricordiamo:

Stampa e online

Annunci, articoli PR, pagina web per i clienti (www.alperia.eu) e sito internet istituzionale (www.alperiagroup.eu), social media, portale online e app riservati ai clienti. In totale, nel corso dell’anno sono apparsi 1.936 articoli riguardanti Alperia, sia print che web, di cui 1.343 sulla stampa locale, 572 sulla stampa nazionale e 21 sulla stampa internazionale. Sono articoli che hanno riportato notizie di eventi accaduti in Alperia (e.g. fusioni e nuove acquisizioni) e che in soli due casi hanno avuto un tono polemico portando all’attenzione mediatica situazioni complesse, come quelle del Gruppo Green Power (Striscia la Notizia, descritta a pagina 16), e di PVB Power Bulgaria (descritta a pagina 16). Casistiche che Alperia ha chiarito replicando, nel più breve tempo possibile, con comunicati stampa e interviste. Tutte le emissioni del sito internet www.alperia.eu e dei siti del Gruppo sono state compensate. Alperia, infatti, partecipa all’iniziativa sul clima “Siti web neutrali per la CO2”: emissioni di anidride carbonica sia del sito che degli utenti del sito vengono neutralizzate con la realizzazione di nuovi progetti basati sull’energia rinnovabile, con progetti di riduzione della CO2 e con l’acquisto di certificazioni per la compensazione di CO2.

Energy Point

Prosegue l’attività degli Energy Point in cui sono presenti consulenti qualificati, addetti al call center, opuscoli, volantini informativi e canali TV nelle sale d’attesa.

Eventi e sponsorizzazioni

Alperia ha organizzato numerose “Giornate delle porte aperte”, Green Event, eventi sponsorizzati nel settore dello sport, della cultura, dell’ambiente e della sicurezza. Le “Giornate delle porte aperte” organizzate nelle centrali di Bolzano e di Cardano hanno richiamato centinaia di visitatori di tutte le età.

Sondaggi

Anche nel 2019, Alperia ha effettuato un’indagine sulla percezione del marchio. L’indagine ha dimostrato che il 93,4% della popolazione dell’Alto Adige conosce il marchio Alperia. Nel 2018 è stata condotta un’indagine di soddisfazione dei clienti che aveva attestato l’87,2% di soddisfazione. Tale indagine, a cadenza biennale, sarà ripetuta nel 2020.

Serate informative

Alperia ha organizzato una prima serata di presentazione per gli Smart Meter, i nuovi contatori, e ha predisposto un piano di comunicazione dedicato a tutti i Comuni che saranno interessati dalle sostituzioni.

Materiale informativo

Tutto il materiale utilizzato da Alperia per inviare le comunicazioni ai propri clienti e per uso interno è stampato su carta certificata al 100% FSC ovvero Forest Stewardship Council e le emissioni di CO2 sono compensate. Ogni anno, i materiali pubblicitari sono sottoposti a uno screening per valutare le alternative più sostenibili. Nel 2019, infatti, abbiamo ridotto le copie delle brochure stampate da 35.000 a 17.250. Inoltre, nel corso dell’anno, abbiamo certificato anche un nuovo sistema di consulenza completamente digitale che riduce ulteriormente l’impatto della carta.

Gadget

Clienti di Alperia ricevono gadget e piccoli regali in linea con i valori del marchio. I nuovi clienti ricevono anche un cesto di prodotti locali sostenibili realizzato in collaborazione con l’associazione Pur-Südtirol.

Bolletta elettronica

Tutti i nuovi contratti siglati al di fuori dell’Alto Adige prevedono l’adozione della bolletta elettronica, CO2 neutral al 100%. Per chi, invece, è già cliente di Alperia in Alto Adige, è prevista l’opzione di scelta. Alperia promuove il passaggio alla bolletta elettronica attraverso la messa a disposizione di biglietti per eventi (e.g. biglietti per partite di hockey) che possono servire da incentivo al cambiamento. Al momento, il 27% dei clienti totali di Alperia riceve la bolletta in formato elettronico, ovvero il 3% in più rispetto all’anno precedente (dato pari a 100.000 pagine DIN A4 stampate in meno all’anno; in questa percentuale rientrano i contratti di energia e gas sul mercato libero e tutelato, mentre non sono considerati i contratti stipulati dai reseller in cui Alperia non gestisce la fatturazione).

Monitoraggio dei reclami

I reclami dei clienti vengono gestiti da Alperia Smart Services e nel 2019 è stata definita, per la prima volta, una procedura di risposta sui contenuti mettendo a disposizione, per le questioni più complesse, delle Questions & Answers. Agli utenti domestici è stato inoltre fornito un preventivatore mensile che rende ancora più trasparente la gestione delle utenze da parte dei clienti. Tutte le offerte, commerciali così come presentate sul sito www.alperia.eu, sono state oggetto di una verifica indipendente e sono risultate conformi al Codice del Consumo.

Recensioni online

Alperia è l’unica utility recensibile su Facebook in maniera libera e aperta. Si è infatti validata come Facebook partner e attualmente ha un ranking di gradimento pari a 4 stelle su 5.

Intranet

Alperia utilizza la rete intranet per comunicare con i propri dipendenti e rafforzare la coesione aziendale.

 

Il mercato dell’energia

Secondo quanto rilevato da Terna, gestore della rete di trasmissione italiana dell’elettricità in alta tensione, il valore cumulato della richiesta di energia elettrica nel 2019 è stato di 319,6 TWh, ovvero -0,64% rispetto al 2018. I consumi di gas naturale sono stati pari a 73,8 miliardi di m3, 1,6 miliardi in più rispetto al 2018, ma abbondantemente al di sotto degli 86,1 miliardi di m3 del massimo storico registrato nel 2005. 

Sia per il gas che per l’energia elettrica, nel 2019, si è assistito a una contrazione dei prezzi. Per quanto attiene l’andamento del prezzo unico d’acquisto dell’energia elettrica, si segnala una consistente diminuzione dello stesso fatto registrare nel corso del 2019 (-14,7%): il PUN è infatti passato da una media di circa 61 euro/MWh del 2018 a circa 52 euro/MWh del 2019. 

In particolare, come certificato da ARERA, Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente:

  • nel primo trimestre 2019, si è registrato un leggero calo del costo dell’energia elettrica per famiglia tipo, con una variazione della spesa complessiva del -0,08% rispetto al trimestre precedente. Nello stesso periodo è aumentato il costo del gas naturale per famiglia tipo, con una variazione della spesa complessiva del +2,3% rispetto al trimestre precedente;
  • nel secondo trimestre 2019, si è registrato un significativo calo del costo dell’energia elettrica, con una variazione della spesa complessiva del -8,5% rispetto al trimestre precedente. Allo stesso modo è diminuito anche il costo del gas naturale, con una variazione della spesa complessiva del -9,9% rispetto al trimestre precedente;
  • nel terzo trimestre 2019, si è registrato un lieve aumento del costo dell’energia elettrica, con una variazione della spesa complessiva del +1,9% rispetto al trimestre precedente. Il costo del gas naturale è diminuito ulteriormente con una variazione della spesa complessiva del -6,9% rispetto al trimestre precedente;
  • nel quarto trimestre 2019, si è registrato un aumento del costo dell’energia elettrica, con una variazione della spesa complessiva del +2,6% rispetto al trimestre precedente. Lo stesso è accaduto anche per il costo del gas, con una variazione della spesa complessiva del 3,9% rispetto al trimestre precedente. 

Per quanto riguarda i prezzi del gas naturale, la quotazione annuale al PSV ha invertito la tendenza dei due anni precedenti ed è scesa a quota 16,28 euro/MWh, in calo di oltre 8 euro/MWh rispetto al 2018 e poco sopra il minimo storico registrato nel 2016 (15,85 euro/MWh), in linea con le dinamiche registrate dai principali riferimenti europei. 

Il calo dei prezzi dell’energia elettrica e del gas, che ritroveremo anche nel 2020, è stato determinato da una pluralità di fattori, come: la crescita mondiale rallentata (anche a seguito dei dazi tra USA e Cina), l’accordo tra Russia e Ucraina che ha stabilizzato i prezzi del gas e la minore incertezza sul nucleare francese. L’offerta di materie prime rimane, quindi, decisamente maggiore rispetto alla domanda, portando così a una contrazione dei prezzi. Alla minore richiesta di gas – di cui l’Italia si rifornisce principalmente da USA, Russia, Medio Oriente e Nord Europa – hanno contribuito anche le temperature miti della seconda parte dell’anno. 

Hanno fatto segnare, invece, un decisivo aumento, le fonti rinnovabili, in particolar modo l’idroelettrico, anche grazie alle abbondanti precipitazioni nevose dello scorso autunno. 

Nel giugno del 2019, inoltre, è stato approvato il decreto sul Capacity Market a cui sono seguite le aste per il 2022-2023. Grazie alla modifica della disciplina del mercato della capacità avallata dalla Commissione Europea è possibile integrare nel sistema nuovi requisiti ambientali per le emissioni in capo agli operatori, con l’obiettivo di anticipare l’attuazione delle nuove norme europee volte alla decarbonizzazione adottate nell’ambito del “Clean Energy Package for all Europeans”. Questo è ritenuto uno strumento fondamentale per rendere i mercati dell’energia elettrica più efficienti, aperti alla generazione da fonti rinnovabili e sempre più integrati a livello europeo. 

Sempre nel 2019 è stato pubblicato il testo integrato sul dispacciamento del mercato elettrico: il documento indica la strada da percorrere per arrivare a un cambiamento radicale dell’infrastruttura del mercato italiano dell’energia elettrica. Vengono infatti individuate le principali linee di intervento per l’evoluzione del servizio di dispacciamento nel nuovo contesto di mercato e i passi da seguire per arrivare al completamento dell’integrazione dei mercati italiani con quelli degli altri Paesi europei. 

Il 2020, secondo quanto certificato da ARERA, inizierà all’insegna dei ribassi per le bollette dell’energia elettrica e di una sostanziale stabilità per quelle del gas. Il forte calo del fabbisogno per gli oneri generali, il contenimento delle tariffe regolate di rete (trasporto e distribuzione) e le basse quotazioni delle materie prime nei mercati all’ingrosso, portano infatti a una riduzione del -5,4% per l’elettricità e a un leggero aggiustamento per il gas, +0,8% per la famiglia tipo in tutela. Numeri che si traducono in una spesa di 544,2 euro per l’elettricità per la famiglia tipo (-2,9% annuo) e di 1.040 euro per il gas (-9,5%). Il risparmio rispetto al 2019 è quindi complessivamente di 125 euro su base annua (109 euro sul gas e 16 sull’elettricità). 

Va a completarsi, inoltre, la riforma delle tariffe domestiche, definita dall’Autorità in attuazione del decreto legislativo n. 102/14, che aveva eliminato la progressività dalle tariffe dei servizi di rete (trasmissione e distribuzione), nel rispetto degli obiettivi di sostenibilità ambientale e di allineamento della struttura delle tariffe ai costi del servizio. Il completamento della riforma permette di rimuovere la penalizzazione alla diffusione di elettrotecnologie più efficienti come le pompe di calore, le piastre a induzione e i veicoli elettrici. Nella medesima prospettiva, sono state prorogate anche al 2020 le agevolazioni per il cambio di potenza dei contatori elettrici con costi ridotti. 

I dati sono forniti dall’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente. Ogni tre mesi ARERA, istituzione indipendente che ha il compito di regolare e controllare il settore dell’elettricità e del gas al fine di tutelare gli interessi dei consumatori, aggiorna i prezzi dell’energia validi per i clienti. Le offerte di Alperia per le famiglie si orientano su tali prezzi. Nella spesa sono compresi il prezzo dell’energia e le componenti per la commercializzazione e la vendita. Affinché l’energia elettrica raggiunga effettivamente il cliente deve essere corrisposta al gestore una quota per l’utilizzo delle reti di distribuzione. Tale quota comprende i costi per il trasporto, la distribuzione e il metering. Gli oneri di sistema sono stabiliti dalla legge e destinati alla copertura dei costi di attività di interesse generale, come ad esempio attività di ricerca e sviluppo, lo smantellamento delle centrali nucleari e la promozione delle fonti rinnovabili. Le imposte sono costituite dall’accisa e dall’imposta sul valore aggiunto (IVA). Ai clienti domestici è applicata attualmente l’IVA al 10%, ai clienti non domestici del 22%.

Lo scenario dell’ultimo decennio

Nel periodo 2007-2018, il consumo di energia su scala mondiale è aumentato di oltre 2 miliardi di tonnellate equivalente petrolio (tep) – da 12 nel 2007 a 14,3 nel 2018 – con un tasso di crescita medio annuo dell’1,6%. Permane la centralità delle fonti fossili che non scendono sotto la soglia dell’80% del mix energetico nel periodo considerato (2007-2018). Cambiano però i rapporti di forza: il carbone si conferma la fonte più colpita dalle politiche climatiche e perde terreno, arrivando a coprire la quota minima del 21% sul mix energetico al 2040; anche il petrolio, pur mantenendo la sua leadership, segue un trend decrescente anche grazie alle istanze di elettrificazione della mobilità e all’efficientamento delle tecnologie motoristiche; il gas naturale è l’unica fonte fossile a mantenere un trend di crescita rappresentando un quarto dei consumi di energia al 2040.

Per quanto riguarda le rinnovabili, in termini prospettici si nota una crescita costante, trainata soprattutto dalla diffusione del solare fotovoltaico nella generazione elettrica. Nel WEO World Energy Outlook 2019, la quota di fonti energetiche rinnovabili (comprensiva di biomassa solida) arriva a coprire il 21% della domanda energetica mondiale al 2040, eguagliando il peso del carbone. Tuttavia, questi numeri non sono ritenuti sufficienti a garantire il conseguimento degli obiettivi climatici previsti da uno sviluppo sostenibile (fonte: newsletter GME, dicembre 2019).

Sponsorizzazioni 

Nel 2019 Alperia ha sostenuto progetti e organizzazioni altoatesine attive nei settori dello sport (sport giovanili, di massa e delle associazioni sportive di alto livello), della cultura (musica, teatro, danza), della tutela dell’ambiente e della sicurezza. Ogni sponsorizzazione avviene nel pieno rispetto di quanto indicato dalle linee guida pubblicate sul sito internet aziendale (www.alperiagroup.eu): chi intende richiedere una sponsorizzazione deve presentare apposita candidatura sul portale online. Le richieste sono valutate a partire dalla verifica della completezza della documentazione e del rispetto delle condizioni richieste e vengono sottoposte al Consiglio di Gestione di Alperia SpA che delibera in merito all’accettazione o al rigetto della richiesta e alla misura del contributo. Anche attraverso tali operazioni di sponsorship, nel 2019 Alperia è risultato essere, per la prima volta, il marchio più riconosciuto dell’Alto Adige in ambito sportivo. 

Comunicare il valore della sostenibilità 

Buona parte delle attività di comunicazione e marketing di Alperia nel 2019 si è concentrata sulla promozione dei prodotti e dei servizi sostenibili. Il Green Gas e la Green Energy sono, infatti, i prodotti su cui Alperia intende puntare maggiormente nei prossimi anni, anche attraverso una strategia comunicativa volta a sottolinearne l’importanza valoriale. L’obiettivo è aumentare notevolmente il numero delle imprese che adottino energia e gas completamente green. La posizione climaticamente neutra del Green Gas di Alperia è confermata ufficialmente di anno in anno da TÜV NORD, rinomato ente di certificazione indipendente.  

I clienti di Alperia hanno quindi la garanzia che tutte le emissioni di gas a effetto serra generate siano compensate con un progetto certificato a tutela del clima. In particolare, nel 2019 Alperia ha compensato 34 tonnellate di CO2. ACT Commodities B.V. – leader mondiale nel commercio di materie prime energetiche, con particolare riferimento alle certificazioni di efficienza energetica, ai certificati per le energie rinnovabili e alle quote di emissione di carbonio – ha ritirato 34 GS VER (GS1230) per conto di Alperia Smart Services Srl. Il ritiro è stato effettuato sulla piattaforma Gold Standard con il numero di serie GS1-1-TR-GS1230-12-2016-6483-367-400. 

Non solo, nel corso del 2019, Alperia ha attivato numerose comunicazioni con i cittadini di Bolzano per informarli circa l’ampliamento del teleriscaldamento, una forma di riscaldamento particolarmente ecologica e sostenibile. La comunicazione ha visto l’organizzazione di incontri presso i condomini e la redazione di pubbliredazionali e il prossimo anno sarà rafforzata da incontri one to one. 

Anche nella comunicazione interna, Alperia intende dare maggiore attenzione ai valori della sostenibilità, coinvolgendo i dipendenti affinché tutti comprendano quanto sia importante il cuore green dell’azienda. Il tema sarà al centro anche del prossimo Piano industriale. 

Green Event

Tutti gli eventi organizzati da Alperia sono certificati come “Green Event”. Si tratta di un riconoscimento assegnato dall’Ufficio Gestione rifiuti della Provincia Autonoma di Bolzano che si ottiene solo se la programmazione, l’organizzazione e l’attuazione delle manifestazioni avvengono secondo criteri sostenibili. Si valutano: l’uso di prodotti ecologici, l’efficienza energetica, la gestione dei rifiuti, la valorizzazione dei prodotti locali e la responsabilità sociale. Come Green Event bisogna adottare più della metà dei criteri richiesti dal piano. Questo è un ulteriore strumento attraverso il quale Alperia concorre alla strategia climatica a lungo termine definita dalla Giunta provinciale altoatesina che prevede di ridurre le emissioni annue di CO2 pro capite al di sotto di 4 tonnellate entro il 2020 e al di sotto di 1,5 tonnellate entro il 2050. Affinché un evento sia certificato come “green” è fondamentale il pieno coinvolgimento dei fornitori che devono impegnarsi nell’adottare soluzioni sostenibili in materia di risorse, rifiuti, mobilità, ristorazione, energia, comunicazione, acustica e bonus (alcol e abbattimento delle barriere). Nel 2019, Alperia ha realizzato quattro Green Event, tra i quali rientrano le “Giornate delle porte aperte” organizzate a: 

Cardano 5 giugno 2019

Più di 200 studenti hanno visitato la centrale idroelettrica Alperia di Cardano in occasione della giornata mondiale dell’ambiente, il 5 giugno 2019. Muniti di caschi di sicurezza, gli studenti hanno partecipato alle visite guidate e hanno affrontato un viaggio con visore virtuale attraverso l’imponente diga di Martello. L’evento è stato organizzato con l’Ökoinstitut Alto Adige e si è rivolto alle scuole medie tedesche e italiane della provincia, fornendo informazioni sullo sfruttamento idroelettrico sostenibile, sul ciclo dell’acqua e sulla storia della centrale, anche attraverso giochi interattivi e quiz sull’energia. Non solo: gli studenti sono stati sensibilizzati anche per quanto riguarda lo spreco dell’energia con una serie di esperimenti, ad esempio con la preparazione di popcorn con un fornello solare o attraverso la riproduzione della musica con una bicicletta elettrica. Sono state messe a loro disposizione anche delle e-bike di ultima generazione per giri di prova e sono state offerte bevande in bottiglie di vetro, evitando l’uso della plastica.

Bolzano 22 settembre 2019

Il 22 settembre 2019 centinaia di persone hanno partecipato alla “Giornata delle porte aperte” organizzata alla centrale di teleriscaldamento di Bolzano in occasione di Bolzanoinbici 2019. Le visite guidate nella centrale sono state gestite da Alperia Ecoplus e hanno permesso ai visitatori di capire il funzionamento del sistema di teleriscaldamento nel capoluogo e di osservare da vicino il suo serbatoio di accumulo, informandosi anche riguardo ai progetti di ampliamento della rete. Più di 300 persone hanno colto l’occasione per raggiungere la centrale in bici grazie a una cooperazione con l’ufficio mobilità della Provincia di Bolzano che due volte all’anno chiude la città al traffico. È stata data la possibilità anche di noleggiare biciclette elettriche a carico di Alperia, contribuendo così a ridurre le emissioni di CO2 e a migliorare la qualità dell’aria per un giorno. I partecipanti hanno visitato la centrale in gruppi da 20 persone e hanno ricevuto opuscoli stampati su carta FCS con sigla climaticamente neutrale. Non solo: all’entrata della centrale, in cooperazione con VOG, sono state offerte delle mele come spuntino, dando così valore aggiunto ai prodotti locali e stagionali. Inoltre, sul piazzale, i visitatori hanno partecipato a diverse attività sportive organizzate in collaborazione con l’associazione Sportcity e STS Pallavolo.

Sesto 1 giugno 2019

Il 1° giugno 2019 la centrale di teleriscaldamento di Sesto ha aperto le sue porte a numerosi visitatori mettendo a disposizione visite guidate tenute dal personale specializzato e offrendo ai visitatori una panoramica su come viene prodotto il calore della centrale, rifornita soprattutto da cippato locale. È stato anche organizzato un angolo di intrattenimento per i bambini con giochi ecologici realizzati da Kinderfreunde Südtirols. Si è così cercato di sensibilizzare anche i più piccoli in merito alla possibilità di utilizzare materiali riciclabili. Il rinfresco, a base di prodotti a chilometri zero, servito in piatti di cartone e con posate di legno, è stato organizzato dall’associazione sportiva Drei Zinnen ed è stata data la possibilità ai partecipanti di versare un contributo facoltativo all’associazione oltre a quello già sostenuto da Alperia Ecoplus. Tutti i rifiuti sono stati trattati con la raccolta differenziata.

Bressanone 29 giugno 2019

In cooperazione con il Südtiroler Jazzfestival, è stata organizzata una “Giornata delle porte aperte” nella centrale di Bressanone. Per incentivare la mobilità sostenibile, Alperia ha previsto uno shuttle gratuito che ha portato i visitatori da Bolzano alla centrale. Lo shuttle è stato utilizzato da 50 persone evitando in questo modo l’utilizzo di mezzi inquinanti, mentre all’evento hanno partecipato complessivamente 100 persone. All’entrata della centrale sono state evidenziate le misure previste da un Green Event, così da sensibilizzare sia i visitatori sia i partner dell’iniziativa. Il buffet, composto da stuzzichini e finger food che non hanno richiesto l’uso di piatti, ha seguito il principio della regionalità. Così, anche i rifiuti prodotti sono stati ridotti al minimo e sono stati tutti trattati con la raccolta differenziata.

 

Alperia è inoltre stata partner di Klimamobility, la principale conferenza in Alto Adige dedicata alla mobilità sostenibile, in cui è intervenuta con il CEO, Johann Wohlfarter. Al centro dell’incontro sono state le possibilità future che la tecnologia offre alla mobilità e il ruolo chiave che quest’ultima gioca all’interno dello sviluppo delle aree urbane. Un tema in cui Alperia ha portato tutta la propria competenza, visto che già da tempo lavora per una mobilità sostenibile e per città libere dall’inquinamento.

Obiettivo strategico: Vogliamo rendere la nostra comunicazione di marketing e la comunicazione interna trasparenti, aggiornate e orientate agli stakeholder.

Obiettivi operativiMisure attuate nel 2019Misure programmate nel 2019Termini (nuovi)KPIValore obiettivoValore 2019

Ampliamento dei contenuti dedicati alla sostenibilità sul web
  -
(achieved)
---

Confronto regolare tra le parti interessate sulle questioni legate alla sostenibilità
Dialogo con diversi gruppi di stakeholder:
  • clienti: serata di presentazione dei nuovi contatori Smart Meter, materiale informativo, call center, indagine sulla percezione del marchio
  • dipendenti: sondaggio sulla soddisfazione del personale- cittadinanza: "Giornate delle porte aperte" nelle centrali con focus in particolare sulle scuole
  • proprietari e investitori: assemblea dei soci, rapporto del Consiglio di Sorveglianza, incontri periodici con i proprietari
  • istituti di ricerca: rafforzamento della collaborazione per progetti di ricerca con la Libera Università di Bolzano ed Eurac Research
  • Svolgimento di un round table e di indagini tra gli stakeholder
  • Rafforzamento della comunicazione interna sulla sostenibilità (p. es. My Alperia)    
2017-2021
(ongoing)    
---

Riduzione dei reclami relativi alla trasparenza della comunicazione & marketing
  • L'indagine sulla soddisfazione dei clienti è stata svolta nel 2018. Trattandosi di un'indagine a cadenza biennale, sarà ripetuta nel 2020
  • Svolgimento di un sondaggio sulle percezioni delle attività di sponsoring
  • Unificazione dei canali di comunicazione al cliente finale
  • Valutazione dell'eventuale implementazione di un meccanismo di reclamo per il monitoraggio dei reclami relativi alla trasparenza della comunicazione e di marketing
  • Definizione di procedure per il coinvolgimento proattivo degli stakeholder al fine di prevenire i reclami (p. es. eventi informativi in caso di grandi progetti) 
2018-2021
(ongoing)
Numero di reclami relativi alla trasparenza della comunicazione di marketing e interna--

Rispetto al 100% delle disposizioni e dei codici di condotta volontari sulla trasparenza della comunicazione di marketing
---
(achieved)
Compliance con disposizioni e codici di condotta volontari sulla trasparenza della comunicazione di marketing100%100%

Considerare gli aspetti legati alla sostenibilità nell'approvvigionamento del materiale pubblicitario
  • Certificazione FSC del 100% degli stampati e compensazione delle emissioni di CO2- Screening annuale dei materiali pubblicitari in vista di alternative più sostenibili
  • Introduzione e certificazione di un nuovo sistema di consulenza completamente digitale che riduce ulteriormente l'impatto della carta
  • Certificazione FSC del 100% degli stampati e compensazione delle emissioni di CO2;
  • Screening annuale dei materiali pubblicitari in vista di alternative più sostenibili 
2020
(ongoing)
---
Considerare gli aspetti legati alla sostenibilità nei documenti cliente e materiale pubblicitario
  • Certificazione FSC di tutta la carta utilizzata (fatturazione e contratti)
  • Screening annuale dei materiali pubblicitari in vista di alternative più sostenibili
  • Certificazione FSC di tutta la carta utilizzata (fatturazione e contratti)
  • Screening annuale dei materiali pubblicitari in vista di alternative più sostenibili
-
(achieved)
--100%

Certificazione delle "Giornate delle porte aperte" quale "Going Green Event"
- -
(achieved)
---

Aumento del numero di clienti che ricevono la fattura in formato elettronico
  • Adozione di incentivi per motivare i clienti al passaggio alla bolletta elettronica
  • Adozione della bolletta elettrica, CO2 neutral al 100%, per tutti i nuovi contratti siglati al di fuori dell'Alto Adige
  • Promozione del passaggio alla bolletta elettronica attraverso la messa a disposizione di biglietti per eventi (p. es. biglietti per partite di hockey) che possono servire da incentivo al cambiamento
Adozione di incentivi per motivare i clienti al passaggio alla bolletta elettronica2020
(ongoing)
Percentuale di clienti che ricevono la bolletta in formato elettronico90%27%