Marketing e comunicazione trasparenti

{ GRI 102-43, 417-1, 417-2, 417-3, 102-12, ALP 8 }

Nell’anno della pandemia, dei cambiamenti repentini e delle grandi incertezze, Alperia ha voluto essere al fianco delle/dei sue/suoi stakeholder, adottando tutti gli strumenti più utili per continuare a dialogare con loro e a coinvolgerle/i. In particolare, abbiamo attivato le seguenti azioni di marketing e comunicazione:

Stampa e online

annunci, articoli PR, pagina web per le/i clienti (www.alperia.eu) e sito internet istituzionale (www.alperiagroup.eu), social media, portale online e app riservati alle/ai clienti. In totale, nel corso dell’anno sono apparsi 2.007 articoli riguardanti Alperia, sia su stampa che sul web, di cui 1.028 sulla stampa locale, 948 sulla stampa nazionale e 31 sulla stampa internazionale. Sono articoli che hanno riportato notizie di eventi accaduti in Alperia (ad esempio nuove acquisizioni, cessioni, aperture di nuovi Energy Corner/Energy Point), iniziative sviluppate in riferimento al Covid-19 (ad esempio donazioni) e che solo in un caso hanno avuto un tono polemico, in riferimento all’acquisizione del Gruppo Green Power. Anche quest’anno, tutte le emissioni del sito internet www.alperia.eu e dei siti del Gruppo sono state compensate. Alperia partecipa all’iniziativa sul clima “Siti web neutrali per la CO2”: le emissioni di anidride carbonica generate sia dal sito, che dagli utenti del sito, vengono neutralizzate mediante la realizzazione di nuovi progetti basati sull’energia rinnovabile, di progetti di riduzione di CO2 e l’acquisto di certificazioni per la compensazione di CO2.

Energy Point

abbiamo proseguito l’attività degli Energy Point in Alto Adige supportando, sia in presenza – quando possibile e con le apposite misure di sicurezza – sia in digitale, le/i nostre/i clienti con consulenti qualificate/i e addette/i al call center. Inoltre, per ribadire la nostra vicinanza alle/i nuove/i clienti del Veneto, abbiamo aperto le porte di un nuovo Energy Point a Vicenza e abbiamo installato tre nuovi Energy Corner a Venezia, Padova e Treviso.

Eventi

non potendo realizzare le tradizionali “Giornate delle porte aperte”, abbiamo deciso di organizzare dei tour virtuali delle nostre centrali idroelettriche di Glorenza e Lasa, accessibili attraverso la pagina Facebook di Alperia e tramite www.alperiagroup.eu. Un’opportunità che è stata molto apprezzata e che abbiamo esteso anche alle scuole.

Scuole

siamo entrati nelle classi delle scuole elementari e medie con progetti dedicati alle/agli studentesse/i. In particolare, per i più piccoli, abbiamo realizzato il libricino “Il risparmio energetico e la protezione del clima” con cui abbiamo spiegato attraverso quiz, esperimenti e piccoli lavori manuali, come anche i piccoli possono contribuire a far fronte ai cambiamenti climatici e al contempo risparmiare energia. Attraverso la storia della lucciola Lucy, che combatte i cambiamenti climatici, abbiamo veicolato il concetto della conservazione dell’energia. Il libricino nasce come progetto che sostiene il lavoro didattico nelle scuole e mira a dare una comprensione di base su come affrontare in modo responsabile la protezione del clima e dell'ecosistema terrestre. Tutti gli opuscoli sono stati creati in lingua italiana e in lingua tedesca, sono gratuiti e sono accompagnati dal blocco #Alperiaforschools con una matita. Lo stesso blocco è stato consegnato anche alle/agli studentesse/i delle scuole medie a cui abbiamo dato la possibilità di scoprire le nostre centrali attraverso un tour in realtà virtuale. Ogni scuola infatti ha potuto prendere in prestito gratuitamente una Box VR contenete dieci visori. Le/gli studentesse/i hanno potuto così visitare dalla loro aula una centrale idroelettrica – tra cui anche quella di Bressanone – o una diga. Un’esperienza didattica indimenticabile. Non solo. Anche nell’ambito delle donazioni effettuate per sostenere le associazioni locali a seguito del Covid-19, Alperia ha guardato alle/ai giovani, in particolare, alle/ai ragazze/i più svantaggiate/i seguite/i dal Südtiroler Kinderdorf. Nel periodo della pandemia, il lavoro nel Südtiroler Kinderdorf si è intensificato e i costi sono aumentati: mascherine protettive e misure igieniche per le/i dipendenti e per le/i ragazze/i assistite/i, disinfettanti, attrezzature per la disinfezione e soprattutto un maggiore impiego di personale, sono state solo alcune delle spese aggiuntive che hanno dovuto sostenere. Per questo, abbiamo donato loro 30.000 euro, riconoscendo l’importante valore della loro attività per la nostra società. Molte cose possono essere importanti, ma le persone vengono prima di tutto. Un aiuto che le/i bambine/i e le/i giovani del Südtiroler Kinderdorf hanno molto apprezzato.

Sondaggi

anche nel 2020, Alperia ha effettuato un’indagine sulla percezione del marchio. L’indagine ha dimostrato che la notorietà del Gruppo raggiunge il 94,2% (in crescita rispetto all’anno precedente) e che i valori più forti attribuiti ad Alperia sono l’impegno per l’Alto Adige (34,4 %) e la massima qualità (23,6%). In particolare, dall’inizio della pandemia di Coronavirus oltre il 77% degli intervistati si è accorto di particolari iniziative sviluppate da Alperia e oltre il 63% degli intervistati ritiene che Alperia abbia dato un importante contributo per l’Alto Adige durante l’emergenza sanitaria. Abbiamo inoltre coinvolto le/i nostre/i dipendenti in un sondaggio dedicato alla piattaforma intranet myAlperia, in vista del rinnovo che faremo nel 2021. Infine, avremmo dovuto condurre una nuova indagine di soddisfazione delle/dei clienti, visto che la prima si era tenuta nel 2018 e aveva attestato l’87,2% di soddisfazione, ma a seguito del Covid-19 abbiamo dovuto spostare tale indagine nel 2021. L’obiettivo che intende raggiungere Alperia con la nuova indagine è il 90% di soddisfazione.

Intranet

per comunicare con le/i dipendenti e rafforzare la coesione aziendale, Alperia utilizza una rete intranet. Nel corso del 2020, abbiamo chiesto alle/ai dipendenti di aiutarci a ripensare la piattaforma per renderla ancora più coinvolgente e il prossimo anno presenteremo la nuova versione. Attraverso un workshop e un questionario, abbiamo chiesto alle/ai dipendenti di aiutarci a identificare i punti di forza e quelli di debolezza e di individuare le aree di miglioramento. Per quanto l’attuale intranet abbia riscosso valutazioni positive, dal lavoro è emersa l’esigenza di avere una rete più “social”, che favorisca la collaborazione, la comunicazione bidirezionale e l’espressione di opinioni e pareri. Un luogo in cui riunire l’azienda in un modo efficiente e organizzato e in cui le/i dipendenti possano condividere opinioni tra reparti, il management possa veicolare informazioni importanti e la tecnologia possa essere un fattore comune. Il tutto, all’interno di una rete sicura. La nuova intranet dovrà inoltre incorporare un motore di ricerca efficiente (a oggi mancante), profili utente, blog, app mobili con notifiche e pianificazione di eventi e dovrà integrarsi con le applicazioni esistenti consentendo una transizione fluida e un’ottimizzazione della tecnologia esistente. Inoltre, nel nuovo portale sarà prevista una sezione dedicata alla sostenibilità.

Serate informative

anche le serate informative sono state sospese a causa della pandemia. Abbiamo però continuato a dialogare con i Comuni – specie per l’installazione degli Smart Meter – utilizzando nuove modalità di comunicazione.

Dipendenti

abbiamo distribuito una versione ridotta del Bilancio di sostenibilità 2019 alle/ai nostre/i dipendenti. Con loro affrontiamo il tema della sostenibilità anche con comunicazioni nella rete intranet e a Natale 2020 abbiamo coinvolto il personale con un calendario dell’Avvento in cui a ogni giornata corrispondevano domande legate alla sostenibilità nell’ottica di Alperia.

Materiale informativo

quasi tutto il materiale utilizzato da Alperia per inviare le comunicazioni alle/ai proprie/propri clienti e per uso interno è stampato su carta certificata al 100% FSC ovvero Forest Stewardship Council e le emissioni di CO2 sono compensate. Non è stato possibile garantire questa modalità per la totalità dei materiali, perché per utilizzare carta FSC è necessario apporre sul prodotto stampato il relativo logo. Alcuni prodotti, come ad esempio i biglietti da visita, per ragioni di spazio non permettono di aggiungere tale logo. Abbiamo però già valutato per i prossimi anni l’uso di nuovi materiali e metodi di stampa così da ridurre l’impronta climatica (ad esempio la carta rivestita da film di acetato opaco realizzato partendo dalla cellulosa o dal cotone). Ogni anno, inoltre, i materiali pubblicitari sono sottoposti a uno screening per valutare le alternative sostenibili. Inoltre, anche il nostro sistema di consulenza è completamente digitale così da ridurre ulteriormente l’impatto della carta. Nel caso dei gadget, abbiamo provveduto, laddove possibile, a trovare alternative alla plastica (ad esempio borracce di alluminio o materiali naturali come il cotone, talvolta biologico, ad esempio fasce da sport o borse), oltre a gadget di plastica riciclata (copri sellini da bicicletta).

Gadget

le/i clienti di Alperia ricevono gadget e piccoli regali in linea con i valori del marchio. Le/i nuove/i clienti ricevono anche un cesto di prodotti locali sostenibili realizzato in collaborazione con l’azienda locale Pur Südtirol.

Trasparenza in bolletta

tutti i nuovi contratti siglati al di fuori dell’Alto Adige prevedono l’adozione della bolletta elettronica, CO2 neutral al 100%. Per chi, invece, è già cliente di Alperia in Alto Adige, è prevista l’opzione di scelta. Alperia promuove il passaggio alla bolletta elettronica, attraverso la messa a disposizione di biglietti per eventi (ad esempio biglietti per partite di hockey), che possono servire da incentivo al cambiamento. Al momento, il 30% delle/dei clienti totali di Alperia riceve la bolletta in formato elettronico, il 3% in più rispetto all’anno precedente (dato pari a 100.000 pagine DIN A4 stampate in meno all’anno; in questa percentuale rientrano i contratti di energia e gas sul mercato libero e tutelato, mentre non sono considerati i contratti stipulati dai reseller in cui Alperia non gestisce la fatturazione). Entro il 2024, vorremmo portare la percentuale di clienti che riceve la bolletta in formato elettronico al 75%. Inoltre, lavoreremo per rendere il layout delle bollette sempre più dettagliato e di facile lettura, e per favorire la sottoscrizione di contratti a distanza con sistemi di certificazione della firma.

Monitoraggio dei reclami

i reclami delle/dei clienti vengono gestiti da Alperia Smart Services. Agli utenti domestici è stato fornito uno strumento di preventivazione mensile, che rende ancora più trasparente la gestione delle utenze da parte delle/dei clienti. Tutte le offerte, commerciali così come presentate sul sito www.alperia.eu, sono state oggetto di una verifica indipendente e sono risultate conformi al Codice del Consumo.

Recensioni online

Alperia è l’unica utility recensibile su Facebook in maniera libera e aperta. Si è infatti validata come Facebook partner e attualmente ha un ranking di gradimento pari a 4 stelle su 5. Inoltre, ha un ranking positivo anche su Trustpilot.com.

Sponsorizzazioni

Fedeli al nostro impegno

Alperia sostiene progetti e organizzazioni altoatesine nei settori dello sport (sport giovanili, di massa e associazioni sportive di alto livello), della cultura (musica, teatro, danza), della tutela dell’ambiente e della sicurezza. Un impegno che ha rinnovato anche nel 2020, in cui, a seguito della pandemia, molte attività associative sia culturali che sportive si sono dovute obbligatoriamente fermare. Ma, fedele alla mission di sostenere il territorio, creare valore aggiunto per l’economia locale, essere vicina alle comunità in cui opera, Alperia ha scelto di erogare ugualmente l’intero importo pattuito per tutta la stagione 2019/2020. Una decisione che ha comunicato alle associazioni interessate con una lettera, chiarendo le motivazioni di tale scelta.

 Dal prossimo anno, i sostegni territoriali riguarderanno anche realtà che operano nella regione Veneto e con le quali già nel 2020 sono stati presi i primi contatti. Si ricorda, infatti, che ogni sponsorizzazione avviene nel pieno rispetto di quanto indicato dalle linee guida pubblicate sul sito internet aziendale.26 Chi intenda richiedere una sponsorizzazione deve presentare apposita candidatura sul portale online; le richieste vengono valutate a partire dalla verifica della completezza della documentazione e del rispetto delle condizioni richieste e vengono sottoposte al Consiglio di Gestione di Alperia S.p.A., che delibera in merito all’accettazione o al rigetto della richiesta e alla misura del contributo.

Green Brand Award

 Migliori al mondo nell’International Charge Energy Branding Award 2020

Vogliamo aumentare il numero delle imprese che adottano prodotti completamente green, come Green Gas e Green Energy, e diffondere una maggiore consapevolezza tra utenti e dipendenti in merito ai temi della sostenibilità. Per questo, abbiamo una strategia di comunicazione coerente e determinata a sottolineare l’importanza valoriale di effettuare scelte di questo tipo. Alperia è infatti stata premiata come miglior “Green Brand” al mondo nell’ambito dell’International Charge Energy Branding Award 2020, primeggiando tra aziende energetiche concorrenti provenienti da Stati Uniti, Norvegia e Germania. Il premio è dedicato alle eccellenze nell’ambito della gestione e comunicazione dei marchi ed è assegnato da una giuria composta da esperte/i indipendenti, attive/i a livello mondiale, provenienti da agenzie di branding, società di consulenza, università e dal settore marketing. La giuria ha premiato Alperia riconoscendo come per noi la sostenibilità sia un valore aggiunto ai fini commerciali, supportato da una strategia multicanale coerente. La premiazione si è svolta in maniera virtuale, durante la conferenza “Charge Energy Branding” tenutasi in Islanda. Questo premio, unitamente al riconoscimento ricevuto da Altroconsumo, è un’importante conferma della validità della strada che abbiamo intrapreso per affermare Alperia come fornitore di servizi energetici verdi e sostenibili, i cui valori primari sono proprio la trasparenza e la soddisfazione delle/dei clienti.

Ci impegniamo inoltre per coinvolgere le/i cittadine/i nel progetto del teleriscaldamento spiegando loro, anche durante le riunioni di condominio, quali sono i vantaggi di questo sistema. Organizziamo anche incontri individuali e campagne mirate.

Prezzo trasparente

Le indicazioni di ARERA

Come si determina il prezzo dell’energia e del gas in Italia? Un ruolo fondamentale è quello di ARERA, Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente. Si tratta di un’istituzione indipendente che ha il compito di regolare e controllare il settore dell’elettricità̀ e del gas, al fine di tutelare gli interessi delle/dei consumatrici/ori, promuovendo l’efficienza e livelli di qualità adeguati alla fornitura dei servizi. Ogni tre mesi l’ARERA aggiorna i prezzi dell’energia validi per le/i clienti del mercato tutelato. Le offerte di Alperia per le famiglie si orientano a tali prezzi. In particolare, nella spesa per l’energia sono compresi: il prezzo dell’energia e le componenti per la commercializzazione e la vendita. Inoltre, a ciò si aggiunge la quota corrisposta al gestore della rete per la distribuzione. Tale quota comprende i costi per il trasporto, la distribuzione e il metering. Gli oneri di sistema sono determinati per legge e destinati alla copertura dei costi di attività di interesse generale, come ad esempio le attività di ricerca e sviluppo, lo smantellamento delle centrali nucleari e la promozione delle fonti rinnovabili. Infine, le imposte, che sono costituite dall’accisa e dall’imposta sul valore aggiunto (IVA). Alle/ai clienti domestiche/i è applicata attualmente l’IVA al 10%, alle/ai clienti non domestiche/i del 22%. In particolare, si può dire che circa il 45% è il costo per la materia energia, segue al 22% la spesa per oneri di sistema, al 20% la spesa per il trasporto e la gestione del contatore e al 13% le imposte.

 

Cosa è accaduto negli ultimi mesi? La pandemia ha portato a un drastico crollo del prezzo del petrolio con una conseguente riduzione dei costi in bolletta. Secondo quanto certificato da ARERA (www.arera.it/it/index.htm):

  • Il primo trimestre 2020, le bollette dell'energia elettrica hanno subito un deciso ribasso, mentre il gas è rimasto sostanzialmente stabile. Il forte calo del fabbisogno per gli oneri generali, il contenimento delle tariffe regolate di rete (trasporto e distribuzione) e le basse quotazioni delle materie prime nei mercati all'ingrosso hanno portato infatti a una riduzione del -5,4% per l'elettricità e a un leggero aggiustamento per il gas, +0,8% per la famiglia tipo in tutela.
  • Nel secondo trimestre 2020, sia energia che gas hanno subito un forte ribasso. Le perduranti basse quotazioni delle materie prime nei mercati all'ingrosso, legate alla decisa riduzione dei consumi, anche a causa dell'emergenza Covid-19, e una sostanziale stabilità nel fabbisogno degli oneri generali, hanno portato a una riduzione del -18,3% per l’elettricità e del -13,5% per il gas.
  • Nel terzo trimestre 2020, la famiglia tipo con un contratto del mercato tutelato ha registrato ancora un calo per la bolletta del gas – -6,7% – e un rialzo per la bolletta dell'elettricità – +3,3% – legato ai costi per il funzionamento del sistema (costi di dispacciamento). Per quanto riguarda gli effetti sulle/sui consumatrici/ori (al lordo delle tasse), rispetto allo scorso anno la famiglia tipo ha beneficiato di un risparmio complessivo di 212 euro/anno.
  • Nel quarto trimestre 2020, si ha avuto un rialzo della bolletta dell’elettricità del +15,6% e per la bolletta gas del +11,4%, dato quest’ultimo legato anche alla consueta stagionalità, con la relativa crescita della domanda. Per quanto riguarda gli effetti sulle/sui consumatrici/ori (al lordo tasse), nel 2020 la famiglia tipo ha beneficiato comunque di un risparmio complessivo di circa 207 euro/anno rispetto al 2019.

Nel primo trimestre del 2021, invece, le alte quotazioni delle materie prime all'ingrosso, tornate sui livelli di un anno fa, porteranno a un incremento delle bollette dell’energia per la famiglia tipo del mercato tutelato del +4,5% per l’elettricità e del +5,3% per il gas. Nel quarto trimestre 2020 infatti, in base ai dati di preconsuntivo, il Prezzo Unico Nazionale dell’energia elettrica è risultato in aumento di circa il 15% rispetto al terzo trimestre, tornando in linea con il livello medio del corrispondente trimestre del 2019.

Covid-19 e il mercato dell’energia

Lo shock energetico a seguito della pandemia è stato molto forte e obbligherà a un ripensamento delle strategie delle multinazionali del mondo fossile. Il carbone, responsabile del 42% delle emissioni globali di anidride carbonica generate dai fossili, ha visto a livello mondiale un calo dei consumi dell’8% (nel primo trimestre del 2020)27. Si stima che anche a seguito del Covid-19, questo combustibile sia destinato a ridurre il suo ruolo nel medio e lungo periodo per la concorrenza del gas e soprattutto delle rinnovabili. Il petrolio ha subito il crollo più violento: i prezzi sono calati moltissimo e il 20 marzo sono andati addirittura sotto lo zero, per la prima volta nella storia, portando al blocco di alcune produzioni, in particolare dello shale oil americano, e all’accumulo di greggio in tutti i depositi e nelle petroliere disponibili. Anche per il gas metano, il Covid-19 ha comportato un taglio di circa 5% dei consumi mondiali. Le rinnovabili potrebbero invece trarre nuova linfa proprio dalla pandemia. La transizione verde è infatti al centro delle strategie di ripartenza, accelerando trend che già nel pre-pandemia si stavano facendo strada. Prima dell’arrivo del Covid-19, infatti, il carbone copriva la quota minima del 21% del mix energetico al 2040; il petrolio, pur mantenendo la sua leadership, seguiva un trend decrescente anche grazie alle istanze di elettrificazione della mobilità e all’efficientamento delle tecnologie motoristiche; il gas naturale era l’unica fonte fossile a mantenere la crescita, rappresentando un quarto dei consumi di energia al 2040. Le rinnovabili, invece, venivano trainate soprattutto dalla diffusione del solare fotovoltaico nella generazione elettrica, arrivando a coprire il 21% della domanda energetica mondiale al 2040, eguagliando quindi il peso del carbone.28

Obiettivo strategico: Vogliamo rendere la nostra comunicazione di marketing e la comunicazione interna trasparenti, aggiornate e orientate alle/agli stakeholder.

Obiettivi operativiMisure attuate nel 2020Misure programmate nel 2020Termini (nuovi)KPIValore obiettivoValore anno
2020
Status

Ampliamento dei contenuti dedicati alla sostenibilità sul web
  inserire img spunta--inserire img spunta

Confronto regolare tra le parti interessate sulle questioni legate alla sostenibilità
Rafforzamento della comunicazione interna mediante:brochure “Sintesi sulla Sostenibilità 2019” in tedesco e italiano; mandata a ogni collaboratrice/ore personalmente in una busta con una lettera personalizzata. La busta è stata messa sulla scrivania, o è stata consegnata alla/al collaboratrice/ore dalla/dal diretta/o responsabile.calendario d’avvento pubblicizzato con comunicazione e header sul portale intranet myAlperia con ventiquattro domande sul tema della sostenibilità, con l'indicazione del nostro sito dedicato sostenibilita.alperia.eu; inoltre, ventiquattro premi sostenibili: adozione di un alveare con vasetto di miele (3bee.it)implementazione sottovoce “Politica di sostenibilità” nel portale intranet myAlperialink sul sito del Gruppo al sito della Sostenibilità di AlperiaTraduzione in inglese delle parti principali sul sito sostenibilita.alperia.euPrevista sottovoce “Sostenibilità” nel nuovo portale intranet myAlperia2020-20212021--In corso

Riduzione dei reclami relativi alla trasparenza della comunicazione & marketing
Avviato progetto Stakeholder Management e Reputational Risk Management per creare un processo strutturato per la gestione delle/degli stakeholder e rischi reputazionaliValutazione dell’eventuale implementazione di un meccanismo di reclamo per il monitoraggio dei reclami relativi alla trasparenza della comunicazione e di marketingDefinizione di procedure per il coinvolgimento proattivo delle/degli stakeholder al fine di prevenire i reclami (ad esempio eventi informativi in caso di grandi progetti)2018-2021-In corso
Rispetto al 100% delle disposizioni e dei codici di condotta volontari sulla trasparenza della comunicazione di marketing--AnnualeCompliance con disposizioni e codici di condotta volontari sulla trasparenza della comunicazione di marketing100%100%Inserire img spunta
Considerare gli aspetti legati alla sostenibilità nell’approvvigionamento del materiale pubblicitarioNon è stato possibile raggiungere il 100% della certificazione FSC degli stampati e relative compensazioni di CO2 in quanto per utilizzare carta FSC è necessario apporre sul prodotto stampato il relativo logo; alcuni prodotti specifici, come ad esempio i biglietti da visita, per ragioni di spazio non permettono di aggiungere tale logoNel caso della gadgettistica, abbiamo provveduto, laddove possibile, a trovare alternative alla plastica (ad esempio borracce di alluminio o materiali naturali come il cotone, talvolta bio, ad esempio fasce da sport o borse), oltre a gadget di plastica riciclata (copri sellini da bicicletta)Per questioni di budget non sempre siamo riusciti a individuare alternative totalmente sostenibiliUtilizzo di nuovi materiali e metodi di stampa per ridurre l’impronta climatica; obiettivo di stampare al 100% su carta FSC o con certificazioni greenPer i biglietti da visita uso di nuovi materiali, come carta rivestita da film di acetato opaco realizzato dalla cellulosa o dal cotone, che a fronte di un sovrapprezzo garantirebbe provenienza naturale (non contiene derivati del petrolio e amido OGM) e biodegradazionePer la gadgettistica si vuole sensibilizzare le/i fornitrici/ori affinché amplino la scelta di prodotti sostenibili in modo da avere più alternative green con prezzi abbordabiliAnnuale--Inserire img spunta
Considerare gli aspetti legati alla sostenibilità nei documenti cliente e materiale pubblicitarioInserire img spunta-Inserire img spunta
Certificazione delle “Giornate delle porte aperte” quale “Going green event”
- Inserire img spunta--Inserire img spunta
Aumento del numero di clienti che ricevono la fattura in formato elettronicoLe/i nuove/i clienti ricevono la bolletta elettronica come standard, viene fornita solo su richiesta in modalità cartaceaIl progetto Doxee invece (bolletta elettronica innovativa) è in stand by perché prima il sistema SAP deve essere cambiato e il progetto “Accenture” deve essere portato a termineAumento del numero di clienti che ricevono la fattura in formato elettronico in linea con gli obiettivi stabiliti nel Piano industriale 2020-2024AnnualePercentuale di clienti che ricevono la bolletta in formato elettronico30%Inserire img spunta

26 www.alperiagroup.eu/public/user_upload/pdf/sponsoring/sponsoring-richtlinien_2020_it.pdf
27 Fonte: Global Energy Review 2020.
28 Fonte: newsletter GME, dicembre 2019.