La gestione dei rischi e delle opportunità

Fin dal 2016, ovvero dal suo primo anno di attività, Alperia ha sviluppato un sistema di gestione dei rischi di impresa, con l’obiettivo di farne una componente essenziale e sistematica dei processi decisionali.

Sono due i rischi principali per il Gruppo: la volatilità del prezzo dell’energia, aspetto che ha portato a elaborare un sistema di coperture ad hoc, e la volatilità della produzione che, essendo per lo più legata all’idroelettrico, risente dell’andamento meteorologico e pluviometrico. A questi, si aggiungono i rischi normativi, visto che il settore dell’energia in Italia è fortemente regolamentato. Sono rischi che richiedono un monitoraggio costante da parte dell’Enterprise Risk Management e di altre funzioni.

*Environmental, Social, Governance

ESG* risk types

Strategic
Financial
Operational
Compliance
Rischi collegati alle strategie aziendali di più alto livello che il top management deve cercare di anticipare e governare (cambiamenti di business, cambiamenti di contesto, sviluppo di business e societario, piani di sostenibilità).
Rischi legati alla gestione finanziaria del Gruppo.
Rischi collegati al settore di appartenenza, all’operatività aziendale, all’assetto organizzativo, ai sistemi informativi, ai processi di controllo e di reporting.
Rischi collegati al mancato rispetto delle normative e dei regolamenti applicabili all’attività aziendale.

Nel 2019, in aggiunta alla rilevazione dei rischi finanziari e d’impianto, Alperia ha sviluppato un progetto per la rilevazione e la valutazione dei rischi non finanziari del Gruppo (a eccezione dei rischi reputazionali). Il processo ha portato a identificare 58 rischi con la creazione di un framework corrispondente. I rischi non finanziari (ESG) sono stati valutati in relazione all’area di azione prevista dal Piano di sostenibilità (Dipendenti, Green Mission, Territorio, Clienti, Sviluppo e Innovazione) e agli obiettivi identificati. Ogni rischio, classificato per tipologia (Compliance, Operational, Strategic), è stato valutato per impatto (non significativo, minore, moderato, grave, critico) e per probabilità di accadimento (improbabile, poco probabile, mediamente probabile, probabile, molto probabile). Si è quindi proceduto all’identificazione dei livelli dei rischi inerenti (ovvero privi di mitigazione) e dei rischi residui (ovvero, il livello di rischio che rimane dopo l’introduzione di misure volte a ridurre l’impatto e la probabilità che tale evento si verifichi). Per ogni rischio inerente è stata valutata l’adeguatezza del presidio: bassa, media, medio-alta e alta. 

Dallo studio è emerso che 47 rischi su 58 sono classificabili tra mediamente probabili e molto probabili, con un impatto tra moderato e critico. La metà di tali rischi è stata classificata come “significativa”. Si tratta di rischi che erano già stati identificati e inseriti all’interno del Piano di sostenibilità 2017-2021, dunque per i quali sono già previste apposite misure di gestione e contenimento. Grazie all’introduzione dei presidi adottati dal Gruppo, infatti, la maggiore parte dei rischi inerenti alti o significativi, sono diventati rischi relativi medi o bassi. A seguito dell’analisi effettuata, sono rimasti tre rischi significativi per Alperia: 

  • l’invecchiamento della forza lavoro: tematica che il Gruppo e il dipartimento Human Resources stanno affrontando con un piano adeguato di successione e sviluppo dei talenti;
  • il potenziamento della mobilità elettrica: tema che, a seguito della costituzione della nuova società Neogy Srl, con Dolomiti Energia SpA, vedrà una revisione degli obiettivi non più gestibili attraverso il Piano di sostenibilità di Alperia;
  • lo stakeholder engagement sui temi della sostenibilità: ambito in cui Alperia sta potenziando i propri sforzi. 

Alperia si è anche posta l’obiettivo di definire un sistema di reporting verso l’Alta Direzione così da favorire il monitoraggio dei rischi aziendali anche attraverso l’individuazione di appositi indicatori. Questa analisi di dettaglio verrà estesa anche alle altre società del Gruppo cosicché la sostenibilità possa essere considerata con una visione organica e integrata. Prosegue infine l’analisi strutturata dei rischi HSE Health, Safety & Environment avviata nel 2018 per Alperia Greenpower Srl, con particolare riferimento alle Top ESG (Environmental, Social, Governance). 

Infine, si segnala che Alperia fa parte del gruppo di lavoro ERM dell’associazione CSR Manager Network nato per rispondere all’esigenza sempre più sentita dalle imprese di gestire con un approccio integrato i rischi. Per questo, il gruppo di lavoro ERM si propone di condividere esperienze e best practice realizzate nella sostenibilità, definire delle linee guida e delle metodologie di gestione dei rischi connessi ai temi ESG e sperimentare tali linee guida.

Obiettivo strategico: Vogliamo identificare e gestire attivamente i nostri rischi di sostenibilità.

Obiettivi operativiMisure attuate nel 2019Misure programmate nel 2019Termini (nuovi)KPIValore obiettivoValore 2019
Attuazione di un’analisi e valutazione strutturata dei rischi di sostenibilità, seguita dal monitoraggio e dal controllo dei rischi nel quadro della sostenibilità e della gestione dei rischiValutazione dei rischi di sostenibilità: Top ESG (Environmental, Social Governance) rischi per il Gruppo Alperia e analisi dei Rischi Environment, Health & Safety (EHS) per Alperia Greenpower
  • Istituzione di un processo di monitoraggio e reporting integrato e periodico per la gestione dei rischi a livello di Gruppo
  • Analisi approfondita del rischio reputazionale, climatico e cyber
2023 (ongoing)---