Governance della sostenibilità

{ GRI 102-40, 102-42, 102-43, 102-44, 102-46, 102-47 }

La governance costituirà le fondamenta per supportare la strategia integrata del Gruppo

Le attività di Corporate Social Responsibility, sono svolte dal CSR Management nell’ambito della direzione Brand & Communication. Le responsabilità del CSR Management vanno dalla predisposizione di un piano e di un report di sostenibilità, all’assistenza dei servizi tecnici per l’attuazione dei progetti, dall’invio di raccomandazioni riferite alle azioni da sviluppare, al confronto con gli organi di governance, fino alla revisione annuale del reporting non finanziario e alla collaborazione con il CSR Steering Committee. Quest’organo, a tutti gli effetti un’interfaccia tra le/i dipendenti del Gruppo e il CSR Management, ha il compito di informare circa le attività correnti, valutare le performance CSR, presentare proposte di miglioramento, misurare gli obiettivi e le misure da raggiungere e favorire la diffusione di una maggiore consapevolezza in merito ai temi della sostenibilità. Del CSR Steering Committee fanno parte il CSR Management e le/i responsabili del servizio o le/i collaboratrici/ori dei settori Human Resources (HR), Health Safety & Environment (HSE), Procurement, Enterprise Risk Management (ERM), Corporate Strategy, Engineering, Controlling, Contabilità, Information Technology (IT), Comunicazione, Marketing, Produzione, Vendita & Trading, Reti, Calore & Servizi e Smart Region.

Nel 2020 abbiamo inserito all’interno del nuovo Piano industriale l’obiettivo di rinforzare la governance integrata di Alperia. Il nuovo piano strategico, che decorre dal 2020 al 2024, si chiama infatti One Vision, a sottolineare proprio la volontà di dotarsi di una visione unica, dove la sostenibilità ricopre un ruolo centrale. Ciò significa garantire una maggiore integrazione della sostenibilità per:

  • la gestione del rischio (ad esempio nella gestione dei rischi reputazionali, climatici e informatici);
  • la definizione di politiche e procedure (ad esempio, nella formalizzazione di una procedura di CSR Management per formalizzare la ESG governance, nella definizione di una Diversity Policy con un/una Diversity Manager e nella valutazione dell’adozione di un Codice di autodisciplina);
  • il rafforzamento della cultura aziendale (ad esempio con l’attivazione di misure di sensibilizzazione che aumentino la comunicazione interna sui temi ESG, ad esempio con la creazione di un video che spieghi la Corporate Social Responsibility in Alperia e la definizione di un piano per l’inserimento dei temi ESG nei Corporate Training Programs);
  • la definizione del reporting & performance per garantire la qualità dei dati non finanziari con obiettivi chiari.

Nel 2020 è stato anche fatto un internal audit sul CSR Management e sul processo di raccolta dei dati non finanziari. La funzione di internal audit ha realizzato un report contenente i vari output e aspetti di miglioramento che sono emersi all’audit svolto, in modo tale da poter migliorare in futuro il processo di rendicontazione non finanziaria. Entro il 2022 è in programma una formazione sugli standards non finanziari (GRI, GHG Protocol), sulla legislazione e sul processo di raccolta dei dati e la creazione di un manuale per la rendicontazione non finanziaria. A seguire, è in previsione una valutazione dei dati rilevati supportata dall’IT.

Sustainability policy

Cinque fattori chiave

Nel 2019, Alperia ha definito una nuova Sustainability Policy per affrontare i temi della sostenibilità in maniera globale, la quale non ha subito modifiche nel corso del 2020, risultando ancora valida nel corso di questo anno.
Sono cinque gli ambiti strategici sui quali Alperia intende agire con le sue attività, così come previsto dalla sua Sustainability Policy:

  • Territorio: creiamo valore aggiunto a livello locale, anche in termini di posti di lavoro, imposte e tasse, contratti di fornitura e impegno sociale. Lo facciamo garantendo, attraverso appositi strumenti di controllo e compliance, trasparenza e correttezza nel nostro operato. Ogni operazione è realizzata con attenzione alla sicurezza tecnica e alla robustezza degli impianti, all’affidabilità e alla disponibilità dell’approvvigionamento energetico. Grazie alla definizione di requisiti ecologici e sociali minimi nelle gare di appalto, nella selezione delle/dei fornitrici/ori, nelle valutazioni e negli audit delle/dei fornitrici/ori, contribuiamo attivamente alla configurazione sostenibile dell’intera catena di fornitura. Le fonti energetiche primarie sono reperite a livello locale, ove possibile, e sono prevalentemente rinnovabili. Inoltre, nel 2021 lavoreremo per prevenire rischi reputazionali e operativi e per coinvolgere le/i nostre/i stakeholder in maniera ancora più attiva.
  • Sviluppo e innovazione: sviluppiamo nuove soluzioni tecnologiche per offrire prodotti e servizi energetici che abbiano il minor impatto ambientale possibile e garantiscano un approvvigionamento affidabile e sostenibile. L’obiettivo ultimo resta quello di rendere le attività dell’azienda al 100% verdi.
  • Green Mission: manteniamo l’impatto ambientale al livello più basso possibile, promuoviamo una produzione energetica a basse emissioni, attuiamo programmi per la conservazione della biodiversità, preveniamo le contaminazioni e attuiamo un adeguato smaltimento dei rifiuti prodotti. Facciamo un uso razionale e sostenibile delle risorse idriche, gestendo i rischi associati alla scarsità d’acqua. Tutta l’energia viene sfruttata in modo responsabile, sostenendo misure volte al risparmio e all’uso efficiente delle risorse.
  • Clienti: vogliamo costruire un rapporto di fiducia con le/i nostre/i clienti, mettendoci a loro disposizione in maniera efficace e con prodotti e servizi personalizzati, competitivi e sostenibili. Dialoghiamo con loro attraverso una comunicazione e un’attività di marketing trasparenti e aggiornate, tenendo conto degli aspetti sociali ed ecologici. La tutela dei dati personali e l’osservanza delle vigenti norme in materia di privacy e sicurezza sono garantite in ogni momento.
  • Personale: perseguiamo una gestione responsabile delle risorse umane, garantiamo un livello di sicurezza sul lavoro massimo sia per il personale che per le imprese di appalto, aspetti che abbiamo ulteriormente migliorato nel 2020 con apposite misure anti-contagio da Covid-19. Promuoviamo un ambiente di lavoro aperto, favorevole alle famiglie e attento al tema della diversity e delle pari opportunità, con una comunicazione trasparente e una formazione continua.

Obiettivo strategico: Vogliamo ancorare la sostenibilità ecologica, sociale ed economica alla nostra governance e ai nostri processi di management e costruire un modello di governance integrata.

Obiettivi operativiMisure attuate nel 2020Misure programmateTermini (nuovi)KPIValore obiettivoValore anno 2020Status
Introduzione di una politica di incentivi per il management per il raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità (ad esempio mediante l’inclusione di obiettivi CSR nei cataloghi obiettivi personali e quale criterio di valutazione per il compenso)Integrazione di un obiettivo di sostenibilità nei Management by Objectives per i vertici del GruppoIl grado di raggiungimento degli obiettivi influisce sul premio aziendale: almeno il 60% degli obiettivi operativi, con scadenza 2020, del Piano di sostenibilità 2017-2021 sono raggiuntiInclusione di target di performance e di MBO a lungo termineInserimento di obiettivi ESG per il middle management2024---In corso
Aumentare la qualità dei dati non finanziari / ESG e i processi di raccoltaEffettuato un internal audit sul CSR Management e il processo di raccolta dei dati non finanziariinserire img spuntainserire img spunta
Aumentare la qualità dei dati non finanziari / ESG e i processi di raccolta (nuovo)Aumentare la formazione sugli standards non finanziari (GRI, GHG Protocol), la legislazione e il processo di raccolta dei dati2022Nuovo
Aumentare la qualità dei dati non finanziari / ESG e i processi di raccolta (nuovo)Formalizzare il manuale per la rendicontazione non finanziaria2022Nuovo
Aumentare la qualità dei dati non finanziari / ESG e i processi di raccolta (nuovo)Valutazione di una rilevazione dei dati supportata dall’IT2023Nuovo
Definizione e formalizzazione della struttura di governance sul tema CSR/sostenibilità/ESGAvviata l’elaborazione di una CSR Management Procedure per formalizzare la struttura di governance in funzione della gestione della sostenibilitàIntegrato l’obiettivo per la costruzione di un modello di governance integrata nel nuovo Piano industriale 2020-2024Elaborazione di una CSR Management Procedure per formalizzare la ESG Governance2021---Inserire img spunta
Definizione e formalizzazione della struttura di governance sul tema CSR/sostenibilità/ESGPrima valutazione dell’adozione del Codice di Corporate Governance, elaborato dal Comitato per la Corporate Governance, il quale potrebbe aggiungersi al Codice Etico del Gruppo, al Codice Disciplinare e alle Golden RulesCondivisone e discussione con la Direzione Generale e la Direzione Corporate Strategy dei risultati della valutazione effettuata2021-Nuovo
Aumentare la consapevolezza sui temi ESG e creare una cultura della sostenibilità e della responsabilità sociale d’impresa tra il nostro management e le/i nostre/i dipendentiAumento della comunicazione interna sui temi ESG, ad esempio con un Video che spieghi la Corporate Social Responsibility in AlperiaCreazione di un piano per l’inserimento dei temi ESG nei Corporate Training Programs2021---Nuovo

Matrice di materialità

I temi essenziali di Alperia

Per migliorare le performance di sostenibilità̀ all’interno dell’azienda, Alperia ha adottato un sistema di reportistica basato sui “Sustainability Reporting Standards” definiti dal Global Reporting Initiative (GRI). L'elemento centrale degli standard è rappresentato dall’analisi di materialità con cui vengono identificate le problematiche e gli indicatori di sostenibilità̀ essenziali per Alperia. Per l’anno 2020 si è fatto affidamento sull’analisi di materialità svolta nel 2017 e sull’analisi dei media e del contesto svolta nel corso del 2020, sulla base della quale sono approvati i temi essenziali; l’aggiornamento della matrice è previso per il 2021. Per definire tali temi, abbiamo:

  1. predisposto una “long list” di temi legati alla sostenibilità sulla base dell’analisi della concorrenza, dei megatrend, dei media, dei feedback delle/degli stakeholder e delle attività di Alperia identificando così trenta temi;
  2. definito internamente le priorità e valutato gli impatti delle nostre attività attraverso un workshop con i servizi e le società controllate interessate (su una scala da 1 a 10 a seconda dell’entità degli impatti): sono emersi venti temi;
  3. definito le priorità con le/gli stakeholder rispetto ai venti temi selezionati, attraverso un sondaggio anonimo online a cui hanno partecipato 176 persone;
  4. predisposto la matrice di materialità classificando i temi in base all’importanza.
Un tema è considerato essenziale se:
  • rientra tra i dieci temi principali del sondaggio svolto tra le/gli stakeholder o
  • compare tra i primi dieci impatti significativi e/o
  • ha ottenuto più di sette punti sia nel sondaggio effettuato tra le/gli stakeholder che nella valutazione dell'impatto

Sono così emersi i quindici temi rilevanti per Alperia.

Piano di sostenibilità 2017-2021

Il nostro piano d’azione verso performance migliori

Il Piano di sostenibilità, che decorre fino al 2021, è stato istituito nel 2017 e al suo interno sono indicati gli obiettivi da raggiungere a livello ambientale, sociale ed economico. Obiettivi che Alperia ha iniziato a monitorare dal 2018 attraverso il Bilancio di sostenibilità, documento che viene approvato dal Consiglio di Gestione e dal Consiglio di Sorveglianza.
Basandosi sull’analisi di materialità, i temi ritenuti più rilevanti per Alperia sono 16: innovazione, ricerca e sviluppo, prodotti e servizi energetici sostenibili, salute e sicurezza sul lavoro, sviluppo delle/dei dipendenti, diversità e pari opportunità, acqua, emissioni, consumo di energia, cyber security, soddisfazione della/del cliente, marketing e comunicazione trasparente, sviluppo economico, gestione delle/dei fornitrici/ori, asset integrity, sicurezza nell’approvvigionamento. Tali temi definiscono anche le 5 aree di azione con gli aspetti chiave che utilizziamo per misurare i progressi fatti nella realizzazione della nostra strategia. In riferimento a essa, fissiamo obiettivi e misure in accordo con la Direzione. In particolare, le cinque aree identificate sono: Territorio, Green Mission, Dipendenti, Sviluppo e Innovazione, Clienti.

Gli obiettivi che perseguiamo con la nostra strategia sono: la riduzione dei consumi energetici e delle emissioni di gas a effetto serra, il potenziamento della Smart Region altoatesina, l’aumento della soddisfazione delle/dei clienti e delle/dei dipendenti, l’aumento della quota di fatturato derivante dalla vendita di prodotti e servizi sostenibili e la creazione di un valore aggiunto di 1,2 miliardi di euro per la provincia nell’arco di cinque anni. Gli interessi economici vanno quindi di pari passo con quelli ecologici e sociali, mettendo sempre al centre la tutela del territorio e il benessere della comunità, anche attraverso investimenti in ricerca e sviluppo che consentiranno di sviluppare modelli energetici all’avanguardia riducendo consumi, sprechi ed emissioni.

Coerentemente a questa mission, abbiamo integrato il Piano strategico 2020-2024 con la nostra strategia di sostenibilità e secondo quanto emerso dalla verifica annuale, è stato realizzato il 70% degli obiettivi operativi che avevano scadenza nel 2020. Il grado di raggiungimento degli obiettivi influisce anche sul premio aziendale. Dei ventisette obiettivi che ci eravamo prefissati per il 2020 ne abbiamo realizzati diciannove. Quelli che non abbiamo raggiunto sono:

  • Riduzione delle interruzioni di corrente e riduzione della durata delle interruzioni: la frequenza delle interruzioni per la/il cliente registrate nel 2020 è stata pari a 1,91 con un aumento SAIFI (System Average Interruption Frequency Index) del 26% rispetto al 2019; la durata delle interruzioni di forniture per la/il cliente registrate nel 2020 è stata pari a 29,82 minuti con un aumento SAIDI (System Average Interruption Duration Index) del 6% rispetto al 2019. Tali aumenti riguardano principalmente l’alta concentrazione e sono stati causati dai lavori effettuati nella città di Bolzano per la posa di varie infrastrutture, come Teleriscaldamento e linee MT. Lavori che hanno generato un numero maggiore di danneggiamenti dei cavi rispetto agli anni precedenti.
  • Nessun infortunio occorso a dipendenti e a collaboratrici/ori di imprese esterne: nel 2020 abbiamo avuto quattordici incidenti che hanno coinvolto le/i dipendenti e sedici che hanno coinvolto ditte esterne.
  • Il 100% delle gare significative contiene requisiti minimi di sostenibilità: nel 2020 siamo arrivati all’80%.
  • Il 100% di reclami evasi tempestivamente: nel 2020 ne abbiamo evasi tempestivamente il 99%.
  • Il 99% delle chiamate al numero verde con risposta: siamo arrivati al 96% perché abbiamo registrato un aumento delle chiamate del +65% a causa dell’emergenza Covid-19.
  • Organizzare colloqui di feedback regolari con il 100% delle/dei dipendenti: nel 2020 siamo arrivati all’82,75%.
  • Riduzione del tasso di assenza: nel 2020 il tasso di assenza è passato dal 6,01% all’8% perché vi è stato un aumento dei giorni lavorativi persi per assenze del 42% causa Covid-19.
Il nostro Bilancio di sostenibilità è strutturato secondo queste aree d’azione e i rispettivi temi materiali. Alla fine di ogni capitolo si può trovare una lista dettagliata degli obiettivi strategici e operativi, delle misure per raggiungerli e dello stato di avanzamento.

Obiettivo strategico: Vogliamo identificare e gestire attivamente i nostri rischi di sostenibilità.

Obiettivi operativiMisure attuate nel 2020Misure programmateTermini (nuovi)KPIValore obiettivoValore anno 2020Status
Integrazione della strategia di sostenibilità nel Piano strategico 2017-2021Pubblicazione del nuovo Piano industriale 2020-2024 con la sostenibilità integrata in modo strutturatoAggiornamento degli obiettivi nel Piano di sostenibilità 2017-2021 con il Piano industriale 2020-2024Definire un processo/sistema di monitoraggio degli obiettivi definiti nel Piano industriale2021---Inserire img spunta
Destinare l’80% degli investimenti previsti dal Piano industriale 2020-2024 per soddisfare almeno dieci obiettivi di sostenibilità delle Nazioni UniteStabilire un processo di monitoraggio degli investimenti2020-2024% dell’investimento allineato con gli SDG80In corso

Remunerazione legata agli Obiettivi di Sostenibilità

Con l’obiettivo di coinvolgere tutte le persone che lavorano in Alperia nel perseguire questi obiettivi, dal 2020 abbiamo collegato il premio di produzione delle/dei dipendenti e il Management by Objectives (MBO) dei vertici dell’azienda al raggiungimento di obiettivi di sostenibilità.

  • Premio di produzione: il raggiungimento di almeno il 60% degli obiettivi, definiti nel Piano di sostenibilità ogni anno, influisce sul premio di produzione.
  • Management by Objectives (MBO): il nostro Top Management deve includere almeno uno degli obiettivi di sostenibilità nel suo MBO.

Stakeholder Management

Come comunichiamo con le/gli stakeholder

Dialogare con le/gli stakeholder è prioritario per Alperia. Siamo convinti che per creare un futuro davvero sostenibile sia necessario lavorare insieme, con il coinvolgimento di tutte/i. Per farlo, comunichiamo con azioniste/i, investitrici/ori, clienti, dipendenti, Comuni rivieraschi e Comuni sul cui territorio si trovano le centrali, fornitrici/ori, istituti di ricerca e gruppi d’interesse come le associazioni ambientaliste, imprenditoriali e del settore pesca, sindacati e associazioni delle/dei consumatrici/ori, utilizzando diversi canali e coinvolgendoli su diversi temi. Il coinvolgimento delle/degli stakeholder sarà sempre più importante per noi. Già nel 2020 avevamo previsto l’avvio degli Stakeholder round table, che però, a causa della pandemia, è stato rinviato al 2021.

Clienti

così come previsto, Edyna nel 2020 ha iniziato a installare gli Smart Meter, i contatori di ultima generazione, alle/ai sue/suoi clienti. Tale operazione è stata accompagnata da una campagna di comunicazione mirata ed è stata preceduta da alcune serate informative durante le quali sono state presentate le nuove funzionalità dei dispositivi e il loro piano di sostituzione. Inoltre, Edyna ha presentato direttamente ai Comuni più colpiti da eventi metereologici estremi, il piano con cui si prepara ad affrontare eventi simili. Sempre nel corso del 2020, Alperia è stata premiata come miglior “Green Brand”,5 distinguendosi nell’ambito dell’International Charge Energy Branding Award 2020, e ha conquistato il primo posto anche nella classifica dei provider di energia elettrica stilata da Altroconsumo,6 la maggiore associazione italiana per la tutela delle/dei consumatrici/ori.

Collaboratrici/ori

nel corso del 2020, Alperia ha lanciato un sondaggio tra le/i sue/suoi dipendenti sullo smart working, modalità lavorativa che a seguito del Covid-19 è stata notevolmente potenziata. La maggior parte dei rispondenti ha espresso un feedback positivo: più dell’87% ritiene che lavorare in smart working possa migliorare la conciliazione vita-lavoro, il 55% delle/dei partecipanti vorrebbe continuare a farlo anche dopo l’emergenza sanitaria almeno per due-tre giorni alla settimana e circa il 33% delle/dei collaboratrici/ori ha dichiarato finanche un incremento del senso di appartenenza aziendale. Nonostante la pandemia, inoltre, sono proseguite (in digitale) le attività di formazione, estese anche alle soft skills, e i workshop dedicati alla leadership. Inoltre, nel corso del 2020, le/i dipendenti di Alperia sono stati coinvolte/i anche in un sondaggio riguardante la rete intranet myAlperia, in vista del suo rinnovo. Alle/ai partecipanti al sondaggio è stato chiesto di identificare quali siano i possibili miglioramenti nella nuova rete e quali gli aspetti ritenuti più efficaci e interessanti nella rete in uso. È emerso il desiderio di una rete più orientata alla socialità, alla condivisione di informazioni e a una comunicazione bidirezionale.

Fornitrici/ori

anche nel 2020, Alperia ha coinvolto le/i proprie/propri fornitrici/ori nella ricerca di soluzioni ecosostenibili, in particolare con la gara di appalto per i distributori automatici di bevande e snack, all’interno della quale sono stati definiti specifici criteri per la selezione dei prodotti da inserire (biologici, equosolidali, integrali, vegani, con bottiglie non in PET, etc.).

Proprietarie/proprietari e investitrici/ori

il bilancio di sostenibilità di Alperia viene presentato durante l’Assemblea dei Soci. Si tengono incontri regolari con il Consiglio di Sorveglianza per delineare e discutere gli aspetti chiave della sostenibilità. Un aspetto importante nel 2020 è stata l’integrazione della sostenibilità nel Piano industriale 2020-2024.

Gruppi di interesse

Alperia è impegnata in organismi e associazioni che si occupano di tematiche energetiche e di innovazione e con Edyna, la società di distribuzione, opera come intermediario tra la Provincia Autonoma di Bolzano e l’operatore di rete nazionale TERNA, portando avanti le richieste del territorio.

Cittadine/i

per ovviare all’impossibilità di organizzare le tradizionali “Giornate delle porte aperte” a seguito del Covid-19, Alperia ha organizzato un tour virtuale delle centrali idroelettriche attraverso la sua pagina Facebook e il sito www.alperiagroup.eu. Un modo innovativo per avvicinare le persone a queste straordinarie tecnologie, pur restando a casa.

Scuole

nel 2020 abbiamo sviluppato progetti dedicati alle/agli studentesse/i delle scuole elementari e medie. Per le/i bambine/i delle elementari abbiamo realizzato il libricino “Il risparmio energetico e la protezione del clima” con cui abbiamo spiegato come possono contribuire a far fronte ai cambiamenti climatici e attraverso la storia della lucciola Lucy, che combatte i cambiamenti climatici, abbiamo veicolato il concetto della conservazione dell’energia. Tutti gli opuscoli sono stati creati in lingua italiana e in lingua tedesca e sono stati accompagnati da un blocco #Alperiaforschools con una matita. Lo stesso blocco è stato consegnato anche alle/agli studentesse/i delle scuole medie a cui Alperia ha dato anche la possibilità di scoprire le sue centrali attraverso un tour in realtà virtuale. Ogni scuola ha potuto prendere in prestito gratuitamente una Box VR contenete dieci visori. Le/gli studentesse/i hanno potuto così visitare direttamente dalla loro aula una centrale idroelettrica – tra cui anche quella di Bressanone – o una diga. Un’esperienza didattica indimenticabile.

Istituti di ricerca

Alperia investe in ricerca e innovazione avvalendosi della collaborazione di alcuni dei più importanti istituti di ricerca nell’arco alpino, tra cui la Libera Università di Bolzano, con cui condivide il progetto vincitore del bando “Fusion Grant” per la gestione più sostenibile dei sedimenti dei fiumi, ed Eurac Research con cui sta sviluppando il progetto LIFE4HeatRecovery, dedicato allo sviluppo di una nuova generazione di reti di teleriscaldamento intelligenti in cui può essere integrato un numero elevato di fonti di calore a bassa temperatura (10-40°C) disponibile all’interno della cerchia urbana.

Comunità

fin dall'inizio della pandemia, il Gruppo Alperia ha avviato iniziative di ampio respiro a sostegno del territorio. Ha infatti donato 1 milione di euro ad associazioni locali, ha rinnovato le sponsorizzazioni in atto, ha dato la possibilità di ricevere gratuitamente energia elettrica per due mesi a tutte/i le/i clienti Alperia che tra il 5 marzo e il 31 maggio 2020 sono state/i messe/i in cassa integrazione o si sono ritrovate/i disoccupate/i e ha concesso una moratoria sui pagamenti dell’energia elettrica e del gas per tre mesi alle PMI altoatesine. Azioni orientate a dare un contributo concreto e un segnale di solidarietà importante a tutta la comunità.

Certificazioni ottenute dal Gruppo

  • ISO 9001 per la gestione della qualità
  • ISO 14001 per la gestione ambientale
  • ISO 45001 per la gestione della salute e sicurezza sul lavoro
  • ISO 27001 per la sicurezza e la protezione dei dati
  • UNI CEI 11352 per le Energy Services Companies (ESCOs), società che effettuano interventi finalizzati a migliorare l’efficienza energetica delle/dei proprie/propri clienti con assunzione diretta dei rischi e garanzia di successo dell’iniziativa
  • Audit Famiglia e Lavoro