Catena dei valori

{ GRI 102-9 }

I prodotti e i servizi forniti da Alperia, dall’energia elettrica al gas, dalla mobilità sostenibile all’efficientamento energetico, mirano a proiettare i nostri territori di riferimento in un futuro di innovazione e sostenibilità.

Per questo, le nostre fonti di approvvigionamento provengono prevalentemente da fonti rinnovabili e locali. Così come definito con la nostra prima indagine per l’analisi di materialità effettuata nel 2017, vogliamo creare una relazione responsabile e sicura con le comunità, coinvolgendo in questo processo anche le/i nostre/i fornitrici/ori. Con la nostra strategia di sostenibilità, vogliamo creare valore condiviso nel medio e nel lungo periodo. Per questo, i materiali che sono utilizzati per le attività di produzione, trasmissione, distribuzione, trading e vendita di energia elettrica e gas, rispondono a una precisa catena di valori. In particolare:

AcquaLa preleviamo solo dall’Alto Adige, a cui la restituiamo sotto forma di prodotti e servizi energetici sostenibili.
BiomassaUtilizziamo prevalentemente la biomassa locale o proveniente dall’arco alpino entro 200 chilometri e da territori di confine.
Gas NaturaleLo acquistiamo in Italia ed è un mix di gas estratto nei confini nazionali e di gas estratto all’estero. Il nostro Paese, infatti, importa gas per oltre il 90% (contro una media EU del 70% circa). Il gas naturale arriva in Italia attraverso i gasdotti e per il 50% proviene dalla Russia a cui seguono: Algeria, Qatar, Libia, Olanda e Norvegia. Solo una parte residuale è estratta direttamente in Italia. Inoltre, negli ultimi anni si è aggiunta come fonte di gas naturale anche il GNL (Gas Naturale Liquefatto o LNG in inglese) che viene trasportato dai paesi produttori (Qatar, USA) in Italia tramite trasporto marittimo.
Olio di palmaPer la consociata Biopower Sardegna S.r.l., adottiamo l’olio di palma per alimentare una centrale elettrica a biomassa che produce in media 270 GWh all’anno. Il suo approvvigionamento avviene solo attraverso fornitrici/ori certificate/i ISCC EU. Tale certificazione garantisce la sostenibilità di tutta la filiera: dalla coltivazione al mulino, dallo stoccaggio al trasporto. La qualità del CPO (Crude Palm Oil) viene analizzata chimicamente da società terze, sia all’imbarco della nave che prima dello scarico del prodotto, così da verificarne la piena rispondenza rispetto ai limiti contenuti nell’Autorizzazione di Impatto ambientale (AIA) rilasciata dall’Arpas di Nuoro. Inoltre, si segnala che nell’ultimo anno è stata prestata particolare attenzione alla riduzione dell’impiego di combustibile fossile (indispensabile nelle frequenti fasi di avviamento e spegnimento dell’impianto), contenendolo in maniera crescente, fino ad arrivare a un utilizzo inferiore di circa lo 0,2% rispetto al limite autorizzato del 5%.
CaloreProviene direttamente dal termovalorizzatore di Bolzano.